Business | Articoli

Aziende: pignoramenti di beni strumentali e capannoni limitati a un quinto

25 Giugno 2013
Aziende: pignoramenti di beni strumentali e capannoni limitati a un quinto

Pignorabili i beni strumentali, entro un quinto, purché in azienda non vi siano altri beni da pignorare.

Per i debiti con Equitalia, gli strumenti, gli oggetti e i libri strumentali all’esercizio dell’impresa, professione, arte o mestiere del debitore – anche se costituito in forma di società – possono essere pignorati, ma solo nel limite di un quinto. Questo limite vale anche per i capannoni.

Questo significa, per esempio, che su cinque autocarri aziendali, Equitalia potrà pignorare e mettere all’asta solo uno.

In questi casi, inoltre, la custodia è sempre affidata al debitore.

Il primo incanto per la vendita forzata non può aver luogo prima che siano decorsi 300 giorni dal pignoramento stesso e il pignoramento perde efficacia quando, dalla sua esecuzione, sono trascorsi 360 giorni senza che sia stato effettuato il primo incanto.

Sono queste le principali novità in materia di espropriazione mobiliare presso il debitore introdotte dal “decreto del fare”, con l’obiettivo di salvaguardare, se possibile, la continuità aziendale e, per lo Stato, di continuare ad incassare le rate [1].

Il limite del pignoramento fino a un quinto di tali beni (appunto: strumenti, oggetti e libri strumentali all’esercizio dell’impresa, professione, arte o mestiere) vale però a una sola condizione: solo se è presumibile pensare che la vendita degli altri beni dell’azienda trovati dall’ufficiale esattoriale non sono sufficienti a soddisfare il credito dell’erario. Dunque, il pignoramento di tali beni opera solo in via residuale, quando appunto non vi sono altri beni da pignorare in azienda.


note

[1] In pratica è stato sostituito il comma 1 dell’art. 62 del Dpr 602/73 ed è stata prevista l’estensione delle limitazioni stabilite dal c.p.c. alla pignorabilità dei beni strumentali utilizzati da imprenditori ditte individuali, anche in presenza di imprese che abbiano forma giuridica di società e nei casi di prevalenza del capitale sul lavoro.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube