Business | Articoli

Interpretazione del contratto: l’interpretazione complessiva delle clausole (regola 2)

29 Agosto 2013
Interpretazione del contratto: l’interpretazione complessiva delle clausole (regola 2)

La seconda regola: l’interpretazione deve essere sistematica, ossia la singola clausola non deve essere letta in modo autonomo, ma nel contesto del contratto e delle altre clausole in cui è inserita.

2. Interpretazione complessiva delle clausole (interpretazione sistematica).

Le clausole del contratto si interpretano le une per mezzo delle altre, attribuendo il senso che risulta dal complesso dell’atto”.

Significato.

L’interpretazione letterale del contratto deve essere verificata alla luce dell’intero contratto, in ogni sua parte ed in ogni parola, in coordinazione tra loro. In buona sostanza, le singole clausole non vanno lette in modo autonomo, come se fossero “isole”, ma per come inserite nel contesto del contratto. L’interpretazione di una clausola può infatti servire per comprendere il significato anche delle altre.

L’analisi delle parole e delle espressioni utilizzate deve essere verificata alla luce dell’intero contesto contrattuale. L’interprete non può focalizzare la propria attenzione su singole espressioni, ma deve considerare il testo nella sua globalità, collegando e raffrontando tra loro frasi, parole, nonché elementi extratestuali in modo da poter giungere – attraverso una valutazione unitaria dell’atto – a chiarirne il suo significato.

Il Giudice, nella interpretazione di una clausola contrattuale, non deve arrestarsi ad una considerazione atomistica delle singole clausole neppure quando la loro interpretazione possa essere compiuta, senza incertezze, sulla base del senso letterale delle parole, ma deve necessariamente avere riguardo all’intero testo della dichiarazione negoziale.

Dunque, le singole clausole vanno considerate in correlazione tra loro; bisogna precedere al loro coordinamento. Il “senso letterale delle parole” va inteso nel senso di tutta la formulazione del contratto, in ogni sua parte ed in ogni parola che lo compone, e non già in una parte soltanto. Il giudice pertanto deve collegare e raffrontare tra loro frasi e parole al fine di chiarirne il significato [4]. Non è possibile isolare frammenti letterali della clausola da interpretare, ma è necessario considerare il testo nella sua complessità, raffrontare e coordinare tra loro frasi e parole, onde ricondurle ad armonica unità e concordanza.

Vai a:

In generale: Come si interpreta un contratto: le regole del codice civile

Regola 1: Interpretazione del contratto: la comune intenzione dei contraenti

Regola 2: Interpretazione del contratto: l’interpretazione complessiva delle clausole

Regola 3: Interpretazione del contratto: le espressioni generali

Regola 4: Interpretazione del contratto: indicazioni esemplificative

Regola 5: Interpretazione del contratto: la buona fede

 

Regola 6: Interpretazione del contratto: il principio di interpretazione utile

Regola 7: Interpretazione del contratto: le pratiche in uso

 

Regola 8: Interpretazione del contratto: la corrispondenza alla natura e oggetto del contratto

 

Regola 9: Interpretazione del contratto: moduli o formulari

Regola 10: Interpretazione del contratto: contratti gratuiti e onerosi


note

[1] Artt. 1363 ss. cod. civ..

[2] Cass. sent. n. 5939/78.

[3] Cass. sent. N. 2720 del 4.02.2009.

[4] Cass. Sent. N. 6641/2004.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube