Business | Articoli

Crisi di impresa: i soci devono essere informati sulle cause e sulle possibili soluzioni

27 Novembre 2013 | Autore:
Crisi di impresa: i soci devono essere informati sulle cause e sulle possibili soluzioni

Gli amministratori devono informare i soci della situazione economico-finanziaria della società in crisi.

I soci di una S.p.a. o di una S.r.l. devono essere messi a conoscenza, da parte degli amministratori, tramite apposita informativa economico-finanziaria, delle perdite di gestione che rendono obbligatoria la riduzione del capitale sociale [1]. Ciò perché esso devono essere sempre messi al corrente sulla situazione della società e rendere possibili eventuali loro interventi per salvaguardare l’attività di impresa.

In particolare, gli amministratori della società devono predisporre una “relazione sulla situazione patrimoniale”, soggetta alle “osservazioni” dei sindaci, e sottoporla ai soci.

Ecco gli elementi che tale documentazione informativa deve contenere.

 

Situazione patrimoniale

La situazione patrimoniale è un “bilancio intermedio” della società, cioè un bilancio, diverso da quello di esercizio, che, per esigenze informative, fotografi la situazione economico-patrimoniale ad una certa data e per un certo periodo [2].

La situazione patrimoniale è costituita dallo Stato patrimoniale e dal Conto economico. Essa può anche contenere la nota integrativa, con le specificazioni utili per una migliore comprensione della situazione patrimoniale della società.

Relazione

La relazione degli amministratori sulla situazione patrimoniale della società deve indicare:

– l’illustrazione dettagliata della situazione economico-finanziaria della società tale da rendere necessaria la riduzione obbligatoria del capitale sociale;

– le cause della crisi, specificandone la natura finanziaria, operativa o straordinaria;

– i dati economici finanziari risultanti dalla situazione patrimoniale (Stato patrimoniale, Conto economico, nota integrativa);

proposte di soluzione alla crisi;

proposta della delibera assembleare che i soci devono assumere: si tratta della parte della relazione dedicata alle soluzione tecnico – giuridica della crisi della società. Gli amministratori propongono formalmente ai soci la decisione da assumere, con apposita delibera, al fine consentire l’uscita dell’impresa dallo stato di perdita.

La rendicontazione degli aspetti finanziari della crisi, utili per consentire interventi di salvaguardia dell’attività di impresa da parte dei soci, può avvenire tramite il rendiconto finanziario o l’esposizione della posizione finanziaria netta dell’impresa.

In attuazione dell’obbligo di informazione, la relazione deve restare depositata presso la sede della società durante gli otto giorni che precedono l’assemblea, in modo che i soci possano prenderne visone ed essere preparati in sede di delibera.


note

[1] Per le s.p.a. artt. 2246 e 2247 cod. civ; per le s.r.l. artt. 2482 bis e ter cod. civ.

[2] Principio contabile OIC n. 30.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube