Business | Articoli

Dichiarazione precompilata: si può usare il vecchio 730?

8 Febbraio 2015
Dichiarazione precompilata: si può usare il vecchio 730?

La dichiarazione dei redditi precompilata resta solo un’opzione: resta la possibilità di avvalersi di Unico o del 730.

Con l’arrivo della nuova dichiarazione dei redditi precompilata, il vecchio sistema non va per sempre in cantina, ma si affiancherà al nuovo. In buona sostanza chi vorrà rimanere fedele alle vecchie regole potrà continuare ad avvalersene.

Infatti, la consultazione e la gestione della dichiarazione precompilata è una semplice opzione per i contribuenti a cui arriverà.

Di conseguenza, gli italiani potranno anche disinteressarsi del 730 predisposto dall’Agenzia delle Entrate e non commetteranno alcuna irregolarità se, pur raggiunti dalla precompilata, decideranno invece di gestire in proprio il “vecchio” 730 ordinario (avvalendosi eventualmente del proprio sostituto d’imposta) o rivolgersi a un intermediario abilitato (Caf o professionista) per l’assistenza fiscale.

I contribuenti per i quali è disponibile la precompilata possono anche scegliere di presentare Unico invece del 730.

 

Ricordiamo che la dichiarazione precompilata non sarà spedita tramite posta ai contribuenti, ma sarà messa a loro disposizione su internet, ossia in un’area autenticata del sito dell’Agenzia delle Entrate entro il prossimo 15 aprile.

Il contribuente potrà accedere all’area riservata dopo aver acquisito il codice Pin, che può essere richiesto online, telefonicamente o recandosi in un ufficio dell’Agenzia. In alternativa, il soggetto interessato potrà delegare alla consultazione un intermediario abilitato (Caf o professionista).

A breve l’amministrazione finanziaria dovrebbe precisare in quali altri modi si potranno ottenere le credenziali di accesso all’area autenticata in modo da semplificare ulteriormente l’iter dei contribuenti (probabilmente tramite altri enti come, per esempio, l’Inps).

Quali vantaggi per chi accetta il 730 precompilato senza modifiche e integrazioni?

L’accettazione senza modifiche della dichiarazione dei redditi precompilata implica per il contribuente alcuni indubbi vantaggi.

Innanzitutto si ha diritto all’esclusione dal controllo sui dati relativi a detrazioni e deduzioni comunicati quest’anno da soggetti terzi (interessi passivi sui mutui, premi assicurativi e contributi previdenziali) e dal controllo preventivo per i rimborsi Irpef oltre i 4mila euro.

Il fisco resta però libero di, effettuare i controlli sulla sostanza sulla dichiarazione precompilata. Quindi il contribuente deve sempre verificare la fedeltà della dichiarazione che intende accettare. Qualora, infatti, dovessero emergere successivamente redditi non dichiarati riferibili al contribuente, il fisco può procedere alla contestazione



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube