Business | Articoli

Acquisto di tablet: detrazione del costo e IVA

3 Dicembre 2015
Acquisto di tablet: detrazione del costo e IVA

Come considerare fiscalmente l’acquisto di un tablet: come computer e, quindi, con Iva e costo interamente deducibile, oppure come telefono mobile, quindi con Iva al 50% e costo all’80%?

Bisogna effettuare alcune distinzioni in base al tipo di tablet acquistato: sono infatti disponibili sul mercato sia dispositivi connessi alla rete mobile e quindi con la possibilità di inserire al loro interno una scheda telefonica (SIM), sia dispostivi collegabili esclusivamente con il wi–fi. Questi ultimi devono essere trattati alla stregua di un computer e quindi il costo può essere considerato integralmente detraibile a condizione, ovviamente, che la spesa sia inerente all’esercizio dell’attività.

Maggiori dubbi, invece, riguardano i dispostivi collegati alla rete mobile. In tale ipotesi, risulterebbe difficile sostenere, anche in relazione ai precedenti interpretativi dell’agenzia delle Entrate, la deducibilità integrale del costo. Essi infatti sembrerebbero più simili ad apparecchi cellulari di tipo telefonico, tanto è vero che con molti di essi è possibile effettuare telefonate (si parla, a riguardo, di phablet, ossia apparecchi mezzo phone, mezzo tablet). Sarà quindi applicabile la norma del Testo Unico sulle imposte dirette [1], che prevede la deducibilità limitata nella misura dell’80% della spesa (sia dell’ammortamento del dispositivo, sia del relativo traffico).

Ai fini Iva, invece, non è previsto alcun limite oggettivo alla detrazione del tributo. Il rigo VA5 del modello di dichiarazione Iva deve essere compilato esclusivamente per l’acquisto di apparecchiature terminali per il servizio radiomobile pubblico terrestre (telefoni cellulari) laddove l’imposta considerata in detrazione sia risultata superiore al 50%.


note

[1] Art. 102, comma 9 del TUIR.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube