Business | Articoli

Bolletta dell’acqua: stop ai consumi presunti

20 Maggio 2016
Bolletta dell’acqua: stop ai consumi presunti

I consumi dell’acqua non possono essere più stimati, ma devono essere comunicati dall’utente. Ecco la riforma.

Il Garante per l’Energia Elettrica e Gas ha da qualche giorno reso note le modalità di determinazione dei consumi relativi alle forniture d’acqua.

Sarà dunque sempre più raro, si auspica, avere fatturazioni che non corrispondano all’utilizzo effettivo.

Come funziona il nuovo sistema di rilevazione dei consumi?

Il nuovo sistema di rilevazione che dovrebbe portare all’autolettura e alla comunicazione dei dati via internet, dovrebbe entrare a regime dal prossimo gennaio 2017. Vediamo i dettagli.

Autolettura dei contatori

La prima e più importante novità è l’autolettura dal lato del consumatore. La possibilità di effettuare questa autolettura dovrà essere garantita all’utente dal gestore del servizio, che dovrà anche facilitare l’invio  attraverso canali multimediali, come l’invio di messaggi sms, comunicazione vocale telefonica o via web-chat sul sito internet del gestore stesso. Ma la scelta di trasparenza si spinge ancor più in là: il servizio di comunicazione difatti dovrà essere attivo 24 ore su 24, e dovrà essere in grado di dare riscontro all’utente sulla corretta presa in carico dell’autolettura, sia al momento stesso della comunicazione sia entro i successivi 9 giorni lavorativi.

Lettura dei contatori tradizionale

Dovrà comunque essere effettuata una lettura tradizionale del contatore per due volte l’anno nel caso di utenti, famiglie o condomini  i cui consumi medi annui raggiungano al massimo 3mila metri cubi. I tentativi di lettura dovranno essere distanziati almeno 150 giorni solari l’uno dall’altro.
Nel caso di utenti, famiglie o condomini i cui consumi medi annui superino i 3mila metri cubi, dovranno invece essere effettuati almeno tre controlli annui, distanziati almeno di 90 giorni.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube