Business | Articoli

Correggere il 730 con l’Unico PF: ecco quando

8 Luglio 2016
Correggere il 730 con l’Unico PF: ecco quando

Correggere gli errori nel 730 è semplice: si può utilizzare l’Unico PF o la dichiarazione integrativa. Ecco come. 

Chi ha usufruito della possibilità di utilizzare il 730 precompilato 2016 potrebbe avere commesso degli errori nella compilazione dei quali si è reso conto solo a dichiarazione inviata.

Non c’è da preoccuparsi molto, non tutti sanno difatti che chi ha inviato la precompilata può modificare i dati trasmessi attraverso il modello Unico Persone Fisiche, per il quale si ha tempo per l’invio sino al 30 settembre. Ecco come.

Deduzioni ed errori nel 730 precompilato: correzioni attraverso l’Unico PF

Chi ha dimenticato di dichiarare alcuni debiti o abbia sbagliato nell’inserire in dichiarazione alcune deduzioni o detrazioni, o ancora le abbia inserite in misura superiore a quella spettante, potrà rimediare. La soluzione è offerta da Unico Persone fisiche.

Le somme dovute dovranno essere pagate tuttavia ripagate nella misura intera, dunque comprensiva della differenza rispetto all’importo derivante dal modello 730. Tale differenza tuttavia verrà rimborsata dal sostituto d’imposta.

Scadenza Unico Persone Fisiche

La scadenza dell’Unico Persone Fisiche è per il prossimo 30 settembre 2016 ma la correzione può essere effettuata sino al 31 dicembre del quarto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione, utilizzando il modello integrativo.

Altri casi di correzione del 730

Modello 730 precompilato accettato senza modifiche: il contribuente è responsabile degli errori deve dunque presentare 730 integrativo o modello UNICO.

Modello 730 errato che ha portato al pagamento di maggiori imposte (ad esempio, se non è stata correttamente conteggiata la detrazione da lavoro dipendente): si può ricorrere al 730 integrativo entro il 25 ottobre (ottenendo generalmente rimborso dal sostituto d’imposta entro dicembre), in alternativa si può presentare il modello UNICO e scegliere se chiedere il rimborso all’Agenzia delle Entrate, utilizzarlo in compensazione o riportarlo nella dichiarazione dell’anno successivo.

Errori commessi da CAF o intermediario: non sempre è responsabile il contribuente. Scopri quando il CAF o il professionista possono essere responsabili con i nostri approfondimenti: Visto infedele: il CAF responsabile paga le imposte al contribuente o leggi anche Quando il commercialista paga per gli errori, o ancora Professionisti: chi paga per l’errore del praticante?.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube