Business | Articoli

Lo smartwatch ti spia: gli orologi rivelano il PIN bancomat

11 Luglio 2016
Lo smartwatch ti spia: gli orologi rivelano il PIN bancomat

Una ricerca universitaria ha dimostrato che nell’80% dei casi è stato possibile ricondurre un movimento ad un codice PIN

Uno dei gioielli della tecnologia, lo smartwatch, quell’oggetto del desiderio che spesso ci fa chiedere se davvero abbiamo bisogno di tutta questa connettività potrebbe essere il nostro peggior nemico.

Da oggetto di desiderio potrebbe difatti tramutarsi in oggetto di sventura rilevando il pin del nostro bancomat o della carta di credito.

Non si tratta di una bufala, ma di una ricerca universitaria, preferiamo dirlo subito, a scanso di equivoci e per non passare per “sensazionalisti”.

Il dispositivo incriminato sarebbe il sensore di movimento che è integrato negli orologi smart (sia in quelli Android sia in quelli iOS, dunque gli Applewatch) che permette ad esempio di contare i passi, di localizzare la nostra posizione, di attivare un comando quando lo si avvicina al volto: proprio quella che insomma è la vera chiave dell’innovazione che guida questi gioielli della tecnica.

Gli smartwatch ti spiano: ecco come 

Attraverso il sensore di movimento, gli smartwatches e i bracciali fitness potrebbero essere in grado di trasmettere informazioni abbastanza precise ad hacker che riuscissero a bucare il sistema. In particolare il problema si pone quando i movimenti spiati sono quelli che ci permettono di digitare le cifre del PIN delle nostre carte di pagamento.

Lo studio è stato effettuato dalla Binghamton University negli Stati Uniti. Il centro di ricerca ha dimostrato che i sensori potrebbero essere così precisi da tracciare i movimenti della mano, permettendo così a eventuali malintenzionati di riprodurre i gesti fatti sulla tastiera di un bancomat e quindi accedere ad un conto corrente.

I movimenti rilevati vengono interfacciati con un software che contiene gli algoritmi utilizzati per generare i pin dei conti correnti, durante i test la percentuale di riuscita è arrivata all’80%.

Smartwatch e bracciali fitness rivelatori del PIN: come evitare il problema

Per evitare che i codici possono essere tracciati da smartwatches e bracciali fitness si può optare per due opzioni banali ma sicure:

  • disattivare lo smartwatch o il bracciale durante la digitazione dei PIN nei pagamenti via POS o nei prelievi al bancomat
  • effettuare il codice sempre con la mano in cui non è presente l’orologio o il bracciale

Per scontato che possa sembrare (ci perdonerete) la prudenza non è mai troppa.

Bisogna inoltre sapere che tutte le transizioni che effettuiamo attraverso le carte di pagamento possono essere contestate. Vi suggeriamo come nel nostro approfondimento Carte di credito clonate: rimborso obbligatorio al quale vi rimandiamo.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube