Business | Articoli

App Postepay: sino a 25 euro trasferimenti senza commissione

12 Luglio 2016 | Autore:
App Postepay: sino a 25 euro trasferimenti senza commissione

Parte la nuova App Postepay un sistema semplice per trasferire denaro: il salto nell’innovazione del gruppo  Poste in vista di nuove privatizzazioni.

La Postepay si fa smart. Il gruppo Poste Italiane spinge ancora il suo prodotto di punta tra i giovani, per bucare il mercato dei pagamenti online favorendo gli scambi di denaro di piccoli importi con massima semplicità e velocità. Si tratta dei cosiddetti pagamenti peer-to-peer (P2P), un settore ancora non del tutto lanciato, ma vediamo perchè Poste potrebbe essere la via giusta per la diffusione del sistema.

Pagamenti P2P: perché Poste può e non altri.

Quando Postepay ha per prima iniziato il mercato delle carte di credito ricaricabili, ha di fatto aperto un percorso che sarebbe poi stato seguito da tutti gli istituti bancari, intravedendo una luce nell’innovazione che sarebbe per forza di cose arrivata con il proliferare degli acquisti online.

Adeguarsi o perire, e le Poste si sono non solo adeguate ma hanno segnato la strada.

Oggi sembra si sia nella medesima condizione: la Postepay è tra le prime carte prepagate e certamente la più diffusa, che permette il trasferimento di danaro tra due soggetti con l’equivalente di un messaggio, tramite app.

Esperimenti simili esistono (Unicredit e altri istituti hanno già aperto i loro servizi da qualche mese) ma è innegabile che il grado di diffusione di Postepay sia incredibilmente più alto rispetto a qualsiasi altro servizio di credito specifico.

Per dirla con chiarezza: quanti dei vostri amici hanno il conto nella vostra stessa banca? E quanti di loro hanno una Postepay? Sì perchè per convenienza di gestione, facilità di ricarica ed utilizzo, Postepay è stata certamente la prima carta in termini di diffusione: 13 milioni di utenti, il 70% del mercato. Dei vostri amici, per tornare al nostro esempio, 7 su 10 avranno Postepay. Ecco che oggi quel primato viene raccolto: acquistare il regalo del vostro amico dividendo la spesa sarà più semplice.

Vediamo come funziona la nuova App Postepay.

App Postepay: come funziona

Lnuova app Postepay, prevede funzionalità innovative che cambierà pagamenti e micropagamenti tra i 13 milioni di clienti che utilizzano una Postepay.

Principale caratteristica della nuova app sono i pagamenti in modalità P2P, cioè da una Postepay a un’altra.

Tutti i contatti in rubrica saranno sincronizzati con la App, saprete insomma se il vostro contatto ha o meno una postepay collegata al suo profilo e potrete inviargli soldi in pochissimi passaggi e senza far girare un solo euro di contante.

I soldi vengono trasferiti in tempo reale e chi li riceve può disporre immediatamente del denaro trasferito.

Le commissioni sono nulle al di sotto dei 25 euro di trasferimento, mentre arrivano ad un euro per gli importi superiori.

App Postepay: il segreto di un successo annunciato

Sono bastati pochi giorni di pubblicità: la nuova app è già stata scaricata 3 milioni e 200mila utenti, il segreto è nella semplicità, oltre che come abbiamo detto nella diffusione enorme del dispositivo di pagamento.

  • Oltre che con nome utente e password si può accedere anche attraverso il proprio numero di telefono.
  • Il design dell’applicazione offre una vista completa su tutte le carte Postepay possedute attraverso una visualizzazione immediata del saldo e degli ultimi movimenti.
  • Inclusa nell’app anche la funzione “Cerca Ufficio Postale” per trovare lo sportello di Poste Italiane e l’Atm Postamat più vicino;
  • chi possiede Postepay Evolution può effettuare anche bonifici e giroconti


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube