Business | Articoli

Quali sono i lavori usuranti che beneficiano di prepensionamento?

21 Agosto 2016


Quali sono i lavori usuranti che beneficiano di prepensionamento?

> Business Pubblicato il 21 Agosto 2016



Se fai -o hai svolto- un lavoro usurante la tua pensione arriva prima: ecco tutti i requisiti e la lista dei lavoratori interessati.

I lavoratori dipendenti, del pubblico o del privato, che abbiano svolto attività “usuranti” possono beneficiare di un pensionamento con termini più  brevi. Ma quali sono i lavori definiti  “usuranti” secondo la legge. Ecco la lista.

Lavori usuranti: quali sono 

Ecco quali sono le categorie che rientrano nell’ambito del lavoro usurante.

  1. Lavoro in miniera, ad alte temperature;
  2. Lavoro in cassoni ad aria compressa;
  3. esportazione dell’amianto;
  4. lavorazione del vetro cavo;
  5. Lavoro in catena di montaggio;
  6. lavoro svolto da palombari o in spazi molto ristretti
  7. lavoro per un periodo notturno di almeno 6 ore per un minimo di 64 giorni all’anno [2];
  8. lavoro per almeno 3 ore tra la mezzanotte e le cinque del mattino per un intero anno;
  9. Lavoratori dipendenti di imprese per le quali siano previste particolari tariffe per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro [3], 
  10. lavoro relativo ad un processo produttivo generalmente in serie, perciò molto alienante e stancante a livello psichico;
  11. Lavoro di conduzione di veicoli con capienza superiore ai 9 posti che siano adibiti a pubblici trasporti.

Non tutti coloro che hanno svolto tali lavori possono tuttavia accedere. Ecco i requisiti.
Requisiti per ottenere i benefici per il lavoro usurante

Per godere dei benefici previsti dalla legge è necessario

  • che l’attività usurante sia stata svolta per 7 anni, nel caso di pensioni liquidate fino al 31 dicembre 2017; 
  • che l’attività sia stata svolta per almeno la metà della vita lavorativa complessiva, nel caso di pensioni aventi decorrenza dal 1° Gennaio 2018.



Quali sono i benefici previsti per chi esercita lavoro usurante?

I lavoratori che abbiano svolto lavori usuranti e rientrino nei requisiti sopra riportati, possono utilizzare il sistema delle quote pre-Riforma Fornero, per cui dal 1°gennaio 2016 potranno andate in pensione con 35 anni di anzianità contributiva ed un’età media di 61 anni e 7 mesi con il perfezionamento del quorum 97,6.

Si tenga presente tuttavia che tali requisiti sono soggetti a modifiche collegate alle speranze di vita.  È  dunque verosimile che essi possano essere modificati a partire dal 2019.



Prepensionamento lavori usuranti: come richiedere il beneficio

Per accedere al beneficio occorre presentare una domanda alla sede dell’INPS presso il quale il lavoratore è iscritto.

I termini della presentazione scadono il 1° Marzo dell’anno nel quale si siano perfezionati i requisiti agevolati, nel caso in cui tali requisiti siano maturati a decorrere dal 1°gennaio 2012.

Solo quando tale domanda verrà accettata si potrà presentare domanda di pensionamento.

note

[1] DM Ministro del Lavoro del 19.05.1999, art. 2.

[2] Così come definiti e ripartiti ai soli fini del D.lgs 67/2011.

[3] indicati nell’elenco n. 1 contenuto nell’allegato 1 allo stesso D.lgs 67/2011.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA