Business | Articoli

Assicurazione pagata: dimostralo con lo smartphone

4 Ottobre 2016
Assicurazione pagata: dimostralo con lo smartphone

Da quando il talloncino non è obbligatorio fioccano le multe, ecco come dimostrare di aver pagato l’assicurazione.

Anche lo smartphone fa prova per dimostrare di aver pagato l’assicurazione, una delle poche volte in cui il binomio smartphone-automobilista funziona.

Assicurazione RCA: basta una stampa non originale

Dall’eliminazione del talloncino esposto sul parabrezza [1], paradossalmente, le multe per mancanza di possesso dell’assicurazione sono sempre più frequenti. Ma non tutti sanno che per dimostrare di aver pagato non è necessario esibire il formato originale del certificato, è sufficiente una fotocopia o come vedremo anche una copia digitale.

Assicurazione RC: niente multa se hai copia digitale del pagamento

Una circolare chiarisce che basta anche la schermata dello smartphone a rendere il pagamento dimostrabile alle forze dell’ordine in caso di controllo  [2].

Come è noto la norma che ha dematerializzato il talloncino assicurativo [1] ha però tenuto in piedi l’onere di conservare il certificato assicurativo in caso di richiesta da parte della polizia. In assenza di chiarimenti rispetto alle modalità di dimostrazione del pagamento effettuato, come abbiamo più volte sottolineato anche sulle nostre pagine, ai conducenti non restava che tenere il contrassegno cartaceo a bordo.

Chiarezza sui controlli per l’assicurazione a bordo

Con la circolare si fa chiarezza rispetto alle necessità di dimostrazione del pagamento effettuato, e si colma di conseguenza un difetto di coordinamento tra norme che rischiava di aumentare il contenzioso. Naturalmente, onde evitare guai, non è male conservare comunque una copia del contratto a bordo del veicolo, ma ora è chiaro che in mancanza anche la presentazione del telefono con la versione in pdf del contratto permetterà di evitare la multa.


note

[1] L. 27/2012, che dal 18.10.2015.

[2] Circ. Prot. 300/A/5931/16/106/15 del 01.09.2016.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube