Business | Articoli

Yahoo!, hackeraggio, intelligence: costa un miliardo

8 Ottobre 2016 | Autore:
Yahoo!, hackeraggio, intelligence: costa un miliardo

Chiusa la trattativa tra Verizon e Yahoo, ma il colosso del Web prenderà un miliardo in meno del previsto. Ecco perchè.

Verizon e Yahoo! hanno chiuso una delle trattative più rilevanti degli ultimi anni nel mercato dei servizi Web, il costo sarà vicino ai 4 miliardi ma non li supererà abbondantemente come previsto.
Il prezzo è stato notevolmente ridotto a causa della questione dell’hackeraggio dei dati che ha interessato oltre 220milioni di mail e dati personali (leggi Yahoo! attaccato dagli hacker: 220milioni di indirizzi a rischio).

Ma quello della violazione dei dati non è il solo scandalo che è costato a Yahoo! un miliardo di dollari. Perchè anche dall’interno dell’azienda ci hanno messo del loro per turbare la vendita.

Furto informatico e 007: la trattativa va a fondo

Se il primo furto di dati, mezzo miliardo di utenti finiti nella dark net, il più grande furto informatico della storia – era costato a Yahoo! grande diffidenza in una fase in cui sembrava che le cose stessero andando per il verso giusto.

Era solo il 24 settembre e sembrava si fosse ormai sul punto di chiudere, ma 3 giorni fa la seconda bufera: centinaia di milioni di mail messe a disposizione di Fbi e Nasa, con Edward Snowden che su Twitter ha invitato gli utenti di tutto il mondo a chiudere i loro account Yahoo!. Un colpo durissimo.

La tempesta perfetta.

Verizon vuole lo sconto

Verizon dubita, ma è ancora disposta a chiudere l’affare. Certo, il prezzo sarà molto differente non 4,8miliardi, come pattuito a luglio, ma – a meno d ulteriori scandali – 3,8miliardi.

La notizia non è stata commentata dalle due aziende, ma traspare il fatto che Marissa Mayer, Ceo di Yahoo!, che pare sapesse tutto e che in fase di trattativa avrebbe preferito tacere. Una violazione notevole degli accordi che per quanto siano già scritti e firmati sono stati evidentemente “turbati” da un’asimmetria informativa che potrebbe essere alla base di nuovi sviluppi.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube