Business | Articoli

Lista degli 11 lavori faticosi per l’APE agevolata

29 Ottobre 2016
Lista degli 11 lavori faticosi per l’APE agevolata

Dalle maestre ai facchini, ecco i lavori che permettono il prepensionamento a quota 41 e quali sono i requisiti contributivi relativi. 

Abbiamo detto della possibilità di andare in pensione in anticipo, ma pur sempre con 41 anni di contributi, per i lavoratori “precoci” che dovessero rientrare nelle categorie protette perchè considerate particolarmente “gravose” (leggi APE agevolata: chi può usufruirne?).
Oggi abbiamo la lista dei lavori considerati usuranti ai fini della cosiddetta APE Social, ovvero dell’Anticipo pensionistico che permette l’uscita anticipata dal mercato del lavoro senza alcun onere per il contribuente.

Per conoscere tutti i dettagli sull’APE social ti consigliamo il nostro approfondimento APE agevolata: si alza la soglia per accedere a costo zero.

Di seguito ti proponiamo invece le 11 categorie di lavoratori che potranno andare in pensione a quota 41.

APE social, quota 41, chi andrà in pensione anticipata gratuitamente?

Potranno andare in pensione anticipata senza pagare il prestito pensionistico -dunque a partire dal prossimo 1 maggio 2017, se ricorrono i requisiti – ìl 31 dicembre del 2018 (queste le date della fase sperimentale), i seguenti lavoratori:

  • edili;
  • maestre d’asilo;
  • infermieri ed ostretiche;
  • conduttori di gru;
  • conciatori;
  • macchinisti e camionisti;
  • chi assiste persone non autosufficienti;
  • operatori ecologici;
  • addetti alle pulizie;
  • facchini.

Per quanto tempo deve essere stato svolto il lavoro faticoso?

Per rientrare nei requisiti richiesti dalla nuova legge di stabilità per l’uscita anticipata dal mercato del lavoro, il mestiere faticoso deve essere stato svolto da almeno sei anni con il versamento totale di contributi pari a trentasei anni.

Chi è rimasto disoccupato e non ha più possibilità di accedere agli ammortizzatori sociali potrà uscire invece con “soli” 30 anni di contributi.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Perché il lavoro di venditore ambulante non viene considerato lavoro usuranti? Secondo me è molto più faticoso di alcuni lavori elencati dal governo. Come al solito le leggi vengono fatte da incompetenti che non hanno la minima idea di cosa significhi “lavorare”.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube