Business | Articoli

Visto infedele: si può riparare

13 Nov 2016


Visto infedele: si può riparare

> Business Pubblicato il 13 Nov 2016



Riparare al visto infedele è possibile, ovviamente, ma sarà anche più semplice in futuro, ecco i dettagli degli emendamenti sulla manovra 2017.

Legge di Stabilità e decreto fiscale collegato stanno subendo in queste ore varie modifiche.

Tra le semplificazioni proposte vi è la possibilità di intervenire a modifica dei visti infedeli forniti da CAF e commercialisti. Ecco come.

Visto infedele, si modifica con una dichiarazione di rettifica

Dagli emendamenti presentati sulla manovra 2017 si prospetta la possibilità di riparare ai visti infedeli di CAF e commercialisti attraverso una dichiarazione rettificata o una comunicazione rettificata anche oltre il termine del 10 novembre.

Ciò sarebbe valido solo nel caso in cui l’infedeltà del visto non sia stata già contestata, caso in cui sarebbe comunque dovuta la sola sanzione che potrà essere ridotta con il ravvedimento.

Cos’è un visto infedele? 

Il visto infedele è un visto di conformità inesatto. Cioè un visto posto dove la dichiarazione di fatto non ha tutte le carte in regola.

Il visto di conformità è l’attestazione che può essere fornita dai Caf o da professionisti abilitati, che certifica che i dati esposti nella dichiarazione 730 sono conformi ai documenti esibiti dai contribuenti e che sono correttamente indicati.

Rientrano tra i documenti conformi anche gli oneri deducibili, le detrazioni d’imposta e le ritenute spettanti, nonché gli importi dovuti a titolo di saldo o di acconto ovvero i rimborsi spettanti.

Dal 2016 i CAF sono comunque considerati responsabili dell’apposizione di visti infedeli, per i dettagli ti consigliamo il nostro approfondimento Visto infedele: il CAF responsabile paga le imposte al contribuente.

Come calcolare il ravvedimento operoso?

L’Agenzia delle Entarte ha messo a disposizione del contribuente un applicativo che serve a calcolare gli importi del ravvedimento.

Si tratta di uno strumento gratuito che permette in pochi click di calcolare le sanzioni e gli interessi derivanti dal ravvedimento per Irpef, addizionali e contributo di solidarietà.

Per calcolare il ravvedimento operoso attraverso il software di calcolo elaborato dell’Agenzia, si deve andare sul sito delle Entrate e seguire il percorso: “home/ servizi online / servizi fiscali /servizi senza registrazione“.

Per saperne di più ti consigliamo il nostro approfondimento Calcolo ravvedimento operoso: software gratuito delle Entrate.

note

Autore immagine: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI