Business | Articoli

Bando 250 Vigili del Fuoco al via: scadenza ufficiale, requisiti, esami

16 Novembre 2016


Bando 250 Vigili del Fuoco al via: scadenza ufficiale, requisiti, esami

> Business Pubblicato il 16 Novembre 2016



Ecco il bando in Gazzetta ufficiale, i requisiti definitivi per la selezione e le prove di esame.

Parte il bando per la selezione di 250 Vigili del Fuoco.

Molto atteso e pubblicato ieri – come preannunciato sulle nostre pagine – nella serie speciale Concorsi della Gazzetta ufficiale, stabilisce i requisiti per la partecipazione e le prove d’esame. Ecco i dettagli.

Concorso 250 vigili del Fuoco: chi può partecipare? I requisiti

I requisiti per partecipare al concorso dei Vigili del fuoco sono i seguenti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti politici;
  • non aver compiuto 30 anni di età; gli iscritti da almeno un anno negli elenchi del personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco in possesso degli altri requisiti non devono aver
    compiuto 37 anni di età;
  • possesso dei requisiti psico-fisici ed attitudinali di cui al decreto del Ministro dell’interno [1];
  • possesso del titolo di studio della scuola dell’obbligo;
  • possesso delle qualità morali e di condotta [2].

I requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione delle domande di partecipazione, ad eccezione dei requisiti di idoneità fisica e psichica, che devono essere posseduti al momento degli accertamenti effettuati dalla commissione medica.

Chi non è ammesso al concorso Vigili del Fuoco?

Non sono ammessi al concorso coloro che siano stati espulsi dalle forze armate e dai corpi militarmente organizzati o che abbiano riportato una condanna a pena detentiva per delitti non colposi ovvero siano stati sottoposti a misura di prevenzione nonché coloro che siano stati destituiti da pubblici uffici o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale [3].

Vigili del fuoco, presentazione della domanda di concorso: come candidarsi

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata utilizzando la procedura informatica disponibile sul sito del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile all’indirizzo https://concorsi.vigilfuoco.it seguendo le istruzioni ivi specificate.

Concorso Vigili del Fuoco: quando scade?

Il termine ultimo per la presentazione delle domande di concorso attraverso la procedura telematica è fissato in 30 giorni a partire dal giorno successivo della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, cioè il 16 dicembre 2016.

Concorso Vigili del Fuoco: la prova preselettiva

La prima prova preselettiva, a cui sono ammessi con riserva tutti coloro che ne fanno richiesta (la commissione si riserva difatti di verificare solo successivamente i titoli posseduti), consiste in quesiti logico deduttivi e di cultura generale, comunque correlati al livello di studio richiesto, che è quello della scuola dell’obbligo.

La prova sarà composta da quesiti a risposta multipla, ma il punteggio della prima prova non concorre al punteggio finale di merito.

Concorso Vigili del Fuoco: le prove d’esame

Le prove di esame sono costituite da una prova motorio-attitudinale e da un colloquio. Tali prove sono seguite dalla valutazione dei titoli.

Per la valutazione delle prove di esame e dei titoli è fissato un punteggio massimo complessivo pari a 100 punti, corrispondente  alla somma dei seguenti punteggi massimi attribuiti a ciascun elemento di valutazione:

  • prova motorio-attitudinale, suddivisa in quattro moduli: 50 punti;
  • colloquio: 35 punti;
  • titoli: 15 punti.

Concorso Vigili del Fuoco: la prova motorio-attitudinale

La prova motorio-attitudinale è diretta ad accertare il possesso dell’efficienza fisica e la predisposizione all’esercizio delle funzioni del ruolo dei vigili del fuoco, anche con riferimento all’utilizzo di attrezzature e mezzi operativi, e si articola in quattro moduli finalizzati ad accertare la capacità pratica, di forza, di equilibrio, di coordinazione, di reazione motoria, di acquaticità, nonché l’attitudine a svolgere l’attività di vigile del fuoco.
I candidati devono presentarsi alla prova motorio-attitudinale muniti di certificato di idoneità all’attività sportiva agonistica, dal quale risulti l’assenza in atto di controindicazioni alla pratica di attività sportive agonistiche, rilasciato da uno dei seguenti enti:

  • azienda sanitaria locale,
  • federazione medico sportiva italiana,
  • centro convenzionato con la federazione medico sportiva italiana,
  • ambulatorio o studio autorizzato dalla regione di appartenenza.

I certificati devono essere rilasciati in data non antecedente i 45 giorni dall’effettuazione della prova. La mancata presentazione del certificato determinera’ la non ammissione del candidato alla prova motorio-attitudinale e la conseguente esclusione dal concorso.

Concorso Vigili del Fuoco: il colloquio

Il colloquio verte sulle seguenti materie:

  • organizzazione e competenze del Corpo nazionale dei vigili del fuoco (elementi);
  • discipline tecnico-scientifiche applicative, correlate al titolo di studio richiesto per la partecipazione al concorso, finalizzate a verificare la conoscenza degli elementi di base relativi all’attività del vigile del fuoco;
  • elementi di informatica di base e conoscenze di base di una lingua straniera scelta dal candidato tra inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Il colloquio si intende superato se il candidato ottiene una votazione non inferiore a 7/10. I candidati che hanno superato entrambe le prove, oltre la prova preselettiva, sono sottoposti alla valutazione dei titoli che determinerà la graduatoria finale.

Per scaricare il bando, ti consigliamo di consultare il nostro articolo Scarica il bando di concorso per 250 vigili.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI