Business | Articoli

Anpal: parte l’agenzia per il lavoro, ecco come funziona

29 novembre 2016


Anpal: parte l’agenzia per il lavoro, ecco come funziona

> Business Pubblicato il 29 novembre 2016



Parte ufficialmente l’ANPAL, pubblicato il sito web. Assegno di ricollocazione e decontribuzione attraverso la domanda online. 

Parte l’ANPAL la nuova agenzia per le politiche attive del lavoro, vediamo di cosa si tratta e quali saranno le funzioni a cui sarà dedicata.

Parte il sito ANPAL: primo sito per le politiche attive del lavoro

Parte oggi il sito ANPAL, l’agenzia di fatto è nata qualche mese fa, tuttavia oggi essa ha visibilità pubblica e – come ricorda il presidente Del Conte, si tratta di fatto del primo sito che si occupa di politiche attive del lavoro. Ma cosa si intende per politica attiva?

Cosa sono le politiche attive del lavoro?

Si possono definire – in maniera semplice – politiche attive del lavoro, le politiche che non prevedono solo un’assistenza al lavoratore in termini di sussidi (come la cassa integrazione, ad esempio), ma legano quei sussidi a dei percorsi di formazione o inserimento lavorativo. Prevedono cioè una parte attiva del lavoratore nella ricerca di un collocamento o di una nuova posizione lavorativa.

Come funziona il sito ANPAL?

Il sito ANPAL incrocia le banche dati amministrative, Inps, Miur, Entrate, “con l’obiettivo di monitorare domanda e offerta, per avere un mercato del lavoro trasparente in tutto il territorio” – spiega il neo direttore.

Attraverso il portale ANPAL:

  • sarà possibile presentare online la dichiarazione di immediata disponibilità (la «Did»), utile anche a ottenere lo status di disoccupato;
  • sarà possibile dunque attivare un servizio personalizzato d’inserimento nel mercato del lavoro presso i centri per l’impiego;
  • richiedere l’assegno di ricollocazione da utilizzare per servizi di assistenza intensiva, pubblici o privati;
  • le agenzie autorizzate alla somministrazione o all’intermediazione di manodopera potranno richiedere l’accreditamento nazionale.

In arrivo 40mila lettere ai disoccupati

Il primo atto ufficiale di ANPAL sarà l’invio di 20-40mila lettere a disoccupati, tutti quei soggetti percettori di Naspi da almeno 4 mesi, che potranno per primi sperimentare il nuovo assegno di ricollocazione, la dote da 1000 a 5000 euro destinata a chi cerca un nuovo impiego attraverso le agenzie per il lavoro.

Per sapere come funziona ti consigliamo il nostro approfondimento: Ricollocazione: sostegno a chi prende la NASPI, la guida e anche l’aggiornamento: Disoccupazione: assegno di ricollocazione, 5mila euro per i disoccupati.

All’ANPAL anche gli incentivi per l’assunzione al Sud

Dal prossimo anno, l’ANPAL gestirà anche la decontribuzione al Sud prevista dall’attuale legge di stabilità 2017. Per conoscere gli incentivi all’assunzione al Sud, vi consigliamo il nostro approfondimento: Assunzioni agevolate al Sud: solo disoccupati e giovani.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI