Business | Articoli

Libri contabili obbligatori: quali sono e le scadenze

14 Dicembre 2016
Libri contabili obbligatori: quali sono e le scadenze

Quali sono le scadenze per la presentazione dei libri contabili? E come si effettua la conservazione digitale? Ecco i dettagli.

La scadenza per l’adempimento annuale relativo ai libri contabili del 2015, ha scadenza per la gran parte dei contribuenti il prossimo 30 dicembre, ovvero il 30 dicembre dell’anno successivo a quello in cui i libri si riferiscono.

Chi è obbligato alla tenuta dei libri contabili?

La tenuta dei libri contabili in formato cartaceo o elettronico è obbligatoria, i libri vanno redatti entro tre mesi dalla data di presentazione della dichiarazione dei redditi del relativo periodo di imposta.

Con riferimento al periodo d’imposta 2015 per i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare, il termine per la stampa o la conservazione elettronica scade il 30.12.2016 (3 mesi dal 30.09.2016, termine di presentazione della relativa dichiarazione dei redditi UNICO).

Quali sono i libri contabili obbligatori? 

Sono Libri contabili obbligatori previsti dal codice civile:

  • il Libro giornale
  • il Libro degli inventari.

Sono inoltre previsti dalle norme tributarie specifiche:

  • Registri Iva
  • Scritture ausiliare
  • Scritture ausiliare di magazzino.

Con riferimento al registro dei beni ammortizzabili, poi, a seconda della modalità di tenuta del registro, il termine di aggiornamento/stampa è così individuato:

  • nel caso in cui vengano utilizzati sistemi meccanografici l’aggiornamento (ossia la memorizzazione nell’elaboratore) doveva essere avvenuto entro il 30.09.2016 e la stampa del registro va effettuata entro il 30.12.2016;
  • nel caso di utilizzo del formato cartaceo, la trascrizione dei dati doveva avvenire entro il 30.09.2016.

La conservazione telematica dei libri

I libri, i repertori e le scritture tenuti con strumenti informatici hanno l’efficacia probatoria, secondo quanto previsto dal Codice Civile [1].

Con riferimento alla conservazione telematica dei libri, bisogna tenere presente che secondo quanto previsto dalla normativa, le registrazioni contenute nei documenti informatici debbono essere rese consultabili in ogni momento con i mezzi messi a disposizione dal soggetto tenutario e costituiscono informazione primaria e originale da cui è possibile effettuare, su diversi tipi di supporto, riproduzioni e copie per gli usi consentiti dalla legge.

Gli obblighi di numerazione progressiva e di vidimazione previsti dalle disposizioni di legge o di regolamento per la tenuta dei libri, repertori e scritture sono assolti, in caso di tenuta con strumenti informatici, mediante apposizione, almeno una volta all’anno, della marcatura temporale e della firma digitale dell’imprenditore o di altro soggetto dal medesimo delegato.


note

[1] Arti. 2709 e 2710 del cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube