Business | Articoli

Bonus arredi: tutte le date 2016-2017

27 Dicembre 2016
Bonus arredi: tutte le date 2016-2017

Il bonus arredi 2017 è stato riconfermato, ma ci sono solo pochi giorni per fruire del bonus 2016. Ecco tutte le scadenze e i vincoli.

Il bonus arredi, o bonus mobili, è stato confermato nel 2017 dalla Legge di Stabilità (oggi Legge di Bilancio), tuttavia si deve tener conto che chi ha iniziato lavori edilizi prima del 2016 dovrà pagare entro fine anno.

La regola generale è che i lavori devono essere iniziati (o comunque comunicati al comune) prima dell’acquisto dei mobili per i quali si richiede la detrazione. Ma ci sono, come detto, vincoli derivanti dalla data in cui i lavori sono iniziati.

Ecco i dettagli con tutte le scadenze.

Bonus Arredi 2016-2017: date e vincoli

I lavori edili sono propedeutici all’ottenimento della detrazione del 50% sull’acquisto di nuovi arredi o elettrodomestici.

Per conoscere tutti i beni agevolabili vi consigliamo il nostro approfondimento (Bonus Mobili e giovani coppie: come cambiano nel 2017).

Ecco i dettagli relativi alla corrispondenza tra le date di inizio lavori e le date di acquisto:

  • lavori iniziati prima del 1 gennaio 2016: pagamento mobili da effettuare entro 31 dicembre 2016;
  • lavori iniziati dopo il 1 gennaio 2017: pagamento da effettuare anche oltre il 2016, ma sempre dopo la comunicazione di avvio lavori.

Se i lavori edili, propedeutici all’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, sono iniziati prima del 1° gennaio 2016, dunque, al fine di poter beneficiare della detrazione Irpef del 50% è necessario effettuare i relativi pagamenti entro il 31 dicembre 2016: questo bonus è stato difatti prorogato fino al 31 dicembre 2017 solo per chi usufruirà della detrazione Irpef del 50% sugli interventi edili, iniziati dal 1° gennaio 2016.

Se la normativa non prevede alcun titolo abilitativo per lo specifico intervento (autorizzazioni ASL, DIA, SCIA etc.), va sottoscritta e conservata una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà [1].


note

[1] Dpr 28 dicembre 2000, n. 445, art. 47.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube