Business | Articoli

Truffa PostePay via SMS: ecco come si presenta

29 Dicembre 2016
Truffa PostePay via SMS: ecco come si presenta

Truffa PostePay: viaggia sull’SMS il più recente rischio per i titolari della carta prepagata, ecco come funziona.

Ancora una truffa che ha per protagonista il servizio postale e in particolare i servizi bancari e di pagamento ad essa collegati.

L’ultima truffa riguarda PostePay, la carta prepagata più diffusa in Italia ed è stata ancora una volta segnalata alla Polizia Postale sull’account Facebook “una vita da social”.

Truffa Postepay: come si presenta?

La Polizia Postale ha segnalato un nuovo allarme truffa per PostePay: lo stratagemma ideato dai cyber-truffatori funziona così: sullo smartphone si riceve un sms che ci avvisa che per motivi di sicurezza la nostra carta di credito è stata bloccata.

Ci chiede poi di fare una verifica dei dati attraverso il link che viene comunicato. Nel cliccare sul link si viene diretti su una pagina attraverso la quale ci si richiede di confermare i dati personali riferiti alla carta di credito.

Niente di particolarmente innovativo, dunque, se non il fatto che la truffa non si presenta attraverso un phishing, bensì attraverso un semplice SMS, stratagemma questo che potrebbe essere determinante per irretire gli utenti che non hanno dimestichezza con le comunicazioni digitali.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube