Diritto e Fisco | Articoli

Sulla pensione viene sempre trattenuta l’IRPEF dall’INPS

25 Agosto 2018
Sulla  pensione viene sempre trattenuta l’IRPEF dall’INPS

Ho compiuto 74 anni, sono in pensione da circa 13 anni con € 1.623 e ho ripreso il lavoro da dipendente a busta paga € 1.300 circa. Nel 2019 farò il 730. Sulla pensione viene sempre trattenuta l’IRPEF dall’INPS? Dovrò pagare l’IRPEF solo sul reddito da lavoro dipendente in base agli scaglioni?

Presa visione del quesito su esposto, occorre innanzitutto affermare che è possibile cumulare i redditi derivanti dal trattamento pensionistico con quelli da lavoro dipendente, in quanto dal 2008 ne sono stati aboliti i limiti (art. 19 della Legge n. 133/2008).

A prescindere dal fatto che la pensione del lettore possa essere percepita per intero, oppure sia ridotta, su di essa va applicata la tassazione, in quanto il reddito di pensione è assoggettato all’Irpef, l’imposta sul reddito delle persone fisiche. Nel caso in cui l’interessato possieda solo un reddito derivante dalla pensione, assieme al reddito derivante dall’attività di lavoro dipendente (come nel caso di specie), i due redditi devono essere sommati per ottenere l’ammontare da sottoporre a tassazione.

Per quanto riguarda il reddito di lavoro dipendente, però, si devono sottrarre i contributi previdenziali trattenuti ed alcune somme non imponibili, come l’indennità di trasferta; nella dichiarazione dei redditi (modello Redditi o 730) devono poi essere indicate le imposte già trattenute in busta paga. Lo stesso vale per le imposte già trattenute nel cedolino di pensione. In ogni caso, considerando che i redditi di lavoro dipendente e di pensione corrisposti nell’anno sono certificati in un apposito documento, la CU (Certificazione Unica), è sufficiente riportare nella dichiarazione dei redditi quanto descritto nelle certificazioni.

Una volta determinato il reddito complessivo, sommando il reddito di lavoro e di pensione (salvo la presenza di ulteriori redditi assoggettabili ad Irpef), si calcola l’imposta dovuta applicando delle percentuali, le aliquote.

Si ricorda che l’Irpef è un’imposta che prevede l’applicazione di aliquote crescenti per scaglioni di reddito.

Nel dettaglio:

– se il reddito complessivo va da zero a 15.000 euro, si applica l’aliquota del 23%;

– nello scaglione di reddito tra 15.001 e 28.000 euro, si applica l’aliquota del 27%;

– nello scaglione di reddito tra 28.001 e 55.000 euro, si applica l’aliquota del 38%;

– nello scaglione di reddito tra 55.001 e 75.000 euro si applica l’aliquota del 41%;

– nello scaglione di reddito che va dai 75.001 in su, si applica l’aliquota del 43%.

L’imposta deve essere poi ridotta dalle detrazioni spettanti: per reddito di lavoro dipendente, di lavoro autonomo o di pensione, per familiari a carico, etc. Il pensionato lavoratore non può beneficiare contemporaneamente delle detrazioni per reddito di lavoro dipendente o di pensione per i periodi coincidenti, quindi deve scegliere una sola detrazione da fruire. La detrazione è un importo che viene tolto dalle imposte dovute (a differenza della deduzione, che consiste in un importo da sottrarre dal reddito), cioè, in parole semplici, dalle tasse da pagare in sede di dichiarazione dei redditi: può spettare in relazione al sostenimento di determinate spese, come l’acquisto di medicinali, oppure in relazione al reddito posseduto, come la detrazione per redditi di lavoro dipendente o di pensione.

Per concludere, rispondendo alla domanda in esame se l’Irpef va applicata solo sulla pensione erogata o sul reddito da lavoro dipendente, è possibile affermare che entrambi i redditi percepiti sono assoggettabili all’Irpef, i quali vanno appunto sommati tra di loro. Quindi, nel mod. 730 del 2019 andrà ad indicare tutte le somme indicati nelle Certificazioni Uniche (CU) del lettore.

Articolo tratto dalla consulenza resa daldott. Daniele Bonaddio

 

 



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube