HOME Articoli

Lo sai che? Multe: sanzioni ridotte sotto il minimo previsto dalla legge?

Lo sai che? Pubblicato il 8 febbraio 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 8 febbraio 2013

Se presento ricorso contro una multa, il giudice di pace, tenuto conto delle circostanze dell’infrazione, potrebbe ridurre l’importo della contravvenzione sotto il minimo previsto dalla legge?

 

Risposta: No. Una volta che il giudice ha riconosciuto la responsabilità del contravventore, deve fissare la sanzione in misura “congrua”, ma mai inferiore al minimo [1].

L’unico modo per ottenere la riduzione sulla sanzione, con decurtazione del 20% sull’importo indicato nella multa, è se il pagamento avviene entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notifica.

Nel caso in cui un automobilista sia effettivamente responsabile di una contravvenzione, l’unico modo per ottenerne la riduzione è di pagare entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notifica. Il giudice, invece, non ha poteri di questo tipo; egli può, al massimo, ricondurre la sanzione ad un importo congruo, ma mai al di sotto del minimo legale.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Salve avvocato. In merito a questo io vorrei chiedere se il giudice può decidere per lavori socialmente utili, al posto della multa, se la situazione economica lo prevveda.
    Grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI