Diritto e Fisco | Articoli

Pagare le multe a rate: come fare per chiedere la rateazione

29 gennaio 2013 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 29 gennaio 2013



Talvolta l’amministrazione viene incontro ai più deboli: chi ha un reddito basso può rateizzare il pagamento delle multe stradali superiori a duecento euro.

 

Il cittadino economicamente disagiato può chiedere la rateazione della multa stradale irrogatagli [1] solo quando sussistono le seguenti condizioni:

1 – la multa è di importo superiore a 200 euro;

2 – il proprio reddito imponibile non supera i 10.628,16 euro. Questo limite è alzato di 1.032,91 euro per ogni familiare convivente;

3 – la multa deve essere riferita a un unico verbale (non è possibile rateizzare l’importo complessivo di più multe diverse);

4 – la multa non deve essere già stata impugnata dinanzi al giudice di pace o al Prefetto [2].

 

Come si richiede la rateazione?

La richiesta di rateazione deve essere inoltrata, entro trenta giorni dalla data di contestazione o notificazione della multa:

– al Prefetto se si tratta di violazioni accertate dalla polizia di Stato

– al Presidente della giunta regionale, provinciale o al sindaco se si tratta di violazioni accertate dalla polizia locale.

L’organo al quale è pervenuta la richiesta adotta, entro novanta giorni, un provvedimento di accoglimento o di rigetto. In caso di mancata risposta la richiesta si intende respinta.

 

Se l’istanza viene respinta, il cittadino deve pagare la multa entro trenta giorni dalla notifica del provvedimento di rigetto o dal termine dei novanta giorni del silenzio rigetto [3].

 

Se l’istanza viene accolta, il Prefetto o l’altro organo competente indicano all’ente accertatore della violazione l’importo delle rate fissato sulla base dell’entità della multa e delle condizioni economiche del trasgressore.

Quante rate è possibile ottenere?

Si possono ottenere [4]:

max 12 rate per multe da 200 a 2.000 euro;

max 24 rate per multe da 2.000 a 5.000 euro;

max 60 rate per multe superiori a 5.000 euro.

Ogni rata non può essere inferiore a 100 euro e in ogni caso si applicano gli interessi dovuti.

Il debitore che non paga la prima rata e, successivamente, la seconda decade automaticamente dal beneficio della rateizzazione.

note

 

[1] Art. 202 bis del codice della strada(attuata con circolare ministeriale n. 6535/2011).

[2] La richiesta di rateizzazione esclude la possibilità di impugnare la multa in quanto equivale a rinuncia della facoltà di ricorrere al Prefetto o al giudice di pace.

[3] Sempre nel termine di trenta giorni è possibile impugnare, con ricorso al giudice di pace, il provvedimento di rigetto o il silenzio rigetto.

[4] Gli importi si riferiscono a multe contenute in un unico verbale.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

5 Commenti

  1. A distanza di 90 gg per avere il dilazionamento non ho avuto risposta.Eppure sussistono le condizioni per la rateizzazione:disoccupato,reddito di 10.628 + 1032,91+1032,91+1032,91(sono a carico di mia moglie +2 figli),ho inviato tutto entro i 30 gg previsti per la richiesta e la sanzione e’ di 220,34.Adesso mi preparo a far rispettare un mio diritto facendo ricorso al giudice di pace.Ma insomma la legge e’ a tutela dei cittadini o ogni amministrazione fa come vuole?Possibile che se c’e’ la legge non si applica ?Le amministrazioni locali fanno come vogliono e non hanno interesse a dilazionare così aumentano gli interessi di chi non puo’ pagare .GRAZIE

    1. Ciao Giovanni!Mi chiamo Mauro abito in provincia di Firenze.
      Anch’io devo fare una richiesta di rateizzazione ma non lo so dove inviarlo,per favore mi sai dire dove hai inviato il tuo?Grazie

  2. É possibile un multa dei vigili di 400€ se la rateizzo costerebbe quasi il il doppio? Per favore una risposta grazie! Rosanna

  3. e possibile che da mirto a crotone non si puo viaggiare più con le auto che fanno solo verbali forse anche a piedi li fanno come possibile questo .

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI