Business | Storie di avvocati

Mario Antonio Massimo Fusario: le cause vanno prevenute

14 Agosto 2018
Mario Antonio Massimo Fusario: le cause vanno prevenute

Foggiano di nascita (classe 1978), Anconetano di adozione; dopo aver vissuto tra Piemonte, Toscana ed Emilia ho deciso di tornare ad Ancona (città dove avevo frequentato il Liceo Scientifico Luigi di Savoia) per avviare la carriera professionale.

Mi sono laureato a Modena con una tesi sulla “tutela delle banche dati aziendali” ed ho frequentato un Master per giurista di impresa; le prime settimane di pratica infatti, mi avevano fatto vedere una realtà professionale assolutamente diversa da quella che avevo immaginato durante l’università. Alla fine del master, però, ho ricevuto un’offerta di lavoro presso l’ufficio legale di una grossa azienda del settore automobilistico ed è stato allora che ho capito che il lavoro subordinato non era nelle mie corde e che la strada che avrei dovuto percorrere era quella della libera professione.

Certo, una cosa è sentire, da chi ha intrapreso la professione prima di te, quali sono le difficoltà e le soddisfazioni di questo mestiere, altro è viverle sulla propria pelle e confrontarsi ogni giorno con queste difficoltà.

Ci vuole passione e determinazione, ambizione e coraggio perché tra le mani di un avvocato passano i problemi concreti e reali delle persone e delle aziende.

Dopo 13 anni di attività ho capito che essere Avvocato è una vocazione: non si tratta solo di difendere gli interessi del cliente in Tribunale (forse una volta era così…), la società di oggi richiede una figura che sappia affiancare il cliente e ne condivida le scelte in base alle esigenze del momento.

Occorre prevenire  cause, contenziosi e vertenze. La causa, insomma, deve essere sentita una eventualità remota.

Le riforme degli ultimi anni stanno vanno in questo senso ed il percorso personale seguito all’interno dell’Aiga (Associazione Italiana Giovani Avvocati) è stato fondamentale per comprendere appieno questi elementi di una professione che si sta rinnovando velocemente ed in profondità.

Negli ultimi anni l’attività dello studio che gestisco e che si avvale della collaborazione di due colleghi, si è indirizzata verso la responsabilità sanitaria in ambito civile. In questo campo la prima prova da sostenere è l’approccio con il cliente (medico o paziente) perché in questi casi, più che in altri, si è consapevoli che chi si rivolge ad un professionista si affida completamente.

La sfida del futuro è dunque quella di sostenere i clienti offrendo un servizio sempre più specializzato, chiaro nei tempi e nelle strategie di risoluzione delle problematiche e possibilmente lontano dalle aule di giustizia.


Se vuoi mandare la tua storia di avvocato scrivi a:

adv@laleggepertutti.it

La pubblicheremo gratuitamente



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube