Diritto e Fisco | Articoli

Requisiti per la pensione di vecchiaia con 5 anni di contributi

8 settembre 2018


Requisiti per la pensione di vecchiaia con 5 anni di contributi

> Diritto e Fisco Pubblicato il 8 settembre 2018



Mia madre, che ha 71 anni compiuti, ha lavorato fino al 1989 come dipendente presso aziende ed ha accumulato 11 anni di contributi Inps. Oggi vive solo con la pensione di reversibilità di mio padre. Sul web ho letto che è possibile andare in pensione con 5 anni di contributi. Quali sono i requisiti?

Esistono dei casi in cui il requisito contributivo minimo per la pensione di vecchiaia, pari a 20 anni, può essere derogato: in alcune ipotesi, in particolare, per pensionarsi sono richiesti solo 5 anni di contributi. È il caso della cosiddetta pensione di vecchiaia contributiva. Quali sono nel dettaglio i requisiti da possedere?

Innanzitutto, per ottenere la pensione di vecchiaia contributiva devi possedere almeno 5 anni di contributi, al raggiungimento di 70 anni e 7 mesi di età (71 anni dal 2019). Inoltre è necessario che la prestazione sia calcolata col sistema interamente contributivo.

Sono assoggettati a questo sistema di calcolo coloro che:

– non possiedono contributi versati prima del 1° gennaio 1996;

– possiedono contributi soltanto nella gestione separata o hanno optato per il computo della contribuzione in questa gestione;

– hanno optato per il sistema di calcolo contributivo.

In buona sostanza, se non possiedi nemmeno un contributo accreditato alla data del 31 dicembre 1995, oppure se i tuoi contributi risultano versati soltanto alla gestione separata dell’Inps, hai pieno diritto alla pensione di vecchiaia con 5 anni di contributi.

Ma che cosa può fare chi ha dei contributi accreditati prima del 31 dicembre 1995 e, quindi, non rientra nella categoria dei cosiddetti “contributivi puri”?

Se possiedi dei contributi accreditati alla data del 31 dicembre 1995, puoi optare per il computo nella gestione separata. Grazie alla facoltà di computo, infatti, è possibile versare tutta la contribuzione posseduta in diverse gestioni previdenziali, escluse le casse dei liberi professionisti, nella gestione separata. La pensione, nella gestione separata, viene calcolata con il sistema integralmente contributivo, ma viene data la possibilità di accedere ad alcune pensioni agevolate, come la pensione anticipata a 63 anni di età e la pensione di vecchiaia con 5 anni di contributi.

Attenzione, però: chi possiede soltanto 5 anni di contributi non può accedere al computo nella gestione separata (come nel caso di specie). Per beneficiare di questa facoltà, difatti, bisogna possedere i seguenti requisiti:

– almeno 15 anni di contributi complessivi;

– almeno 5 anni di contributi versati successivamente al 1 gennaio 1996;

– almeno un contributo ma non più di 18 anni di contributi versati alla data del 31 dicembre 1995.

In definitiva, per ottenere la pensione con 5 anni di contributi bisogna avere i seguenti requisiti:

1. 70 anni e 7 mesi di età per il 2018 (71 anni dal 2019);

2. Nessun versamento contributivo prima del 1° gennaio 1996;

3. maturazione di contributi soltanto nella gestione separata;

4. aver optato per il sistema di calcolo contributivo.

Se non si è in possesso dei seguenti requisiti non è possibile accedere alla pensione di 5 anni di contributi.

 

Articolo tratto dalla consulenza resa dal dott. Daniele Bonaddio


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI