Diritto e Fisco | Articoli

A che età si possono lasciare i figli da soli?

21 Agosto 2018
A che età si possono lasciare i figli da soli?

Abbandono di minori e di persone incapaci: in che età un bambino si può ritenere maturo a sufficienza per essere lasciato da solo di giorno o di notte?

Lasciare il figlio da solo a casa o in macchina può costituire un grosso rischio per il genitore che, in caso di denuncia, si vedrà costretto ad affrontare un processo penale per abbandono di persona incapace [1]. E non importa che si è trattato di pochi minuti e che, nell’arco di questo tempo, non si è verificato alcun rischio per il bambino, né che il piccolo non si sia fatto male: rileva infatti la situazione di pericolo potenziale. A chiarirlo è stata più volte la giurisprudenza della Cassazione che non ha avuto remore nel condannare padri e madri, rei di aver riposto eccessiva fiducia nella maturità dei figli minorenni, lasciandoli da soli per andare a lavoro o per fare la spesa. Di certo, non si può ritenere che vi sia lo stesso azzardo nell’allontanarsi da un bambino di quattro mesi, da uno di quattro anni e da uno di quattordici. Ecco perché il giudice valuterà non solo il tempo durante il quale si è protratto l’abbandono dell’incapace ma anche la maturità dello stesso. Appunto riguardo a quest’ultimo aspetto è bene chiedersi a che età si possono lasciare i figli da soli?

La questione è stata di recente analizzata da una sentenza del tribunale di Torino [1] che ha ritenuto colpevole una madre per aver fatto attendere in macchina, per mezz’ora, i propri figli rispettivamente di 3 e 9 anni. È l’occasione per tornare su un tema sempre caldo, oggi più che mai a causa delle mutate abitudini di vita: il fatto che le famiglie si siano “ristrette” (la coabitazione si limita solo ai genitori e ai figli; non più zie e nonni a guardare i bambini) e che tanto il padre quanto la madre vanno a lavorare, spesso in località distanti da casa, ha incrementato il ricorso alle baby sitter e ai doposcuola. Ma chi non può permettersi questi servizi deve trovare soluzioni alternative. Soluzioni che però non possono essere l’abbandono che resta, anche ai giorni d’oggi, un reato nonostante i giovani siano divenuti più indipendenti e capaci di autogestirsi.

Da che età si possono lasciare i figli soli a casa?

La base di partenza per trovare una risposta a un quesito legale è sempre la norma. Il cosiddetto “diritto scritto” è infatti la fonte di tutte le regole della nostra società e non esistono usi o abitudini che possano derogarla. Tutt’al più, si potrà andare poi a investigare su come i giudici interpretano la disposizione per verificare qual è il significato che le è stato dato nelle aule dei tribunali (e spesso si trovano interessanti sorprese e divari rispetto al senso letterale della norma).

Ecco perché, se ti stai chiedendo da che età si possono lasciare i figli soli a casa non hai che da leggere il codice penale [3] e la disposizione che regola il reato di abbandono di persone incapaci. Ne riportiamo qui di seguito il testo.

Il reato di abbandono di minori

«Chiunque abbandona una persona minore degli anni quattordici, ovvero una persona incapace, per malattia di mente o di corpo, per vecchiaia, o per altra causa, di provvedere a se stessa, e della quale abbia la custodia o debba avere la cura, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni.

Alla stessa pena soggiace chi abbandona all’estero un cittadino italiano minore degli anni diciotto, a lui affidato nel territorio dello Stato per ragioni di lavoro.

La pena è della reclusione da uno a sei anni se dal fatto deriva una lesione personale, ed è da tre a otto anni se ne deriva la morte.

Le pene sono aumentate se il fatto è commesso dal genitore, dal figlio, dal tutore o dal coniuge, ovvero dall’adottante o dall’adottato».

L’età della maturità dei bambini

Risulta quindi fin troppo chiaro che il reato di abbandono di minore scatta fino a 13 anni. Da 14 anni in su il bambino (ormai ragazzo) è considerato maturo a sufficienza per poter badare a se stesso e, quindi, cavarsela anche in assenza dei genitori. Pertanto potrà restare da solo a casa anche tutta la giornata. Sotto questa soglia, invece, anche pochi minuti potranno essere interpretati come un rischio.

Leggi anche Figli minori: legittimo lasciarli soli in casa?

Immagino ciò che ora potresti pensare: che differenza può esserci, in termini concreti, tra un giovane di 13 anni e mezzo e uno di 14? Eppure nel primo caso c’è reato e nel secondo no. Seppur lo spartiacque non può che essere un’età definita, qui interviene l’opera del giudice che deve graduare la pena in base alla gravità del pericolo potenziale cui è stato esposto il minore, tenendo quindi conto del grado di indipendenza dello stesso e delle sue capacità.

Quando scatta il reato

Si tenga conto che il reato scatta non solo per chi lascia da solo il figlio in casa durante il giorno, ma anche durante la notte quando il piccolo sta già dormendo. Il fatto che questi sia in stato di “incoscienza” non fa venir meno la situazione di pericolo e di abbandono. Un precedente della Corte di Appello di Milano [4] ha condannato la condotta di una madre che aveva lasciato la figlia di 11 anni sola in casa di notte, per un lungo periodo di tempo – non essendo neppure rintracciabile telefonicamente – a nulla rilevando che la figlia fosse una ragazzina giudiziosa.

Ai fini dell’integrazione del delitto in commento, il necessario “abbandono” è integrato da qualunque azione od omissione contrastante con il dovere giuridico di cura (o di custodia) che grava sul soggetto agente e da cui derivi uno stato di pericolo, anche meramente potenziale, per la vita o l’incolumità del soggetto passivo, sicché ne risponde colui che, pur non allontanandosi dal soggetto passivo, ometta di far intervenire persone idonee ad evitare il pericolo stesso.

Per la condanna penale non è necessario che il genitore abbia l’intenzione di procurare un danno al figlio; basta la semplice coscienza della situazione di pericolo che ha generato con la sua condotta colpevole. Non basta raccomandare a un vicino di controllare di tanto in tanto in casa se tutto è a posto.

Secondo infatti la Cassazione [5], nel reato di abbandono di minore, l’azione illecita consiste nell’abbandono e non già nel pericolo che ne è la conseguenza. Pertanto non rileva che il genitore abbia sottovalutato il rischio a cui possa andare incontro il minore, nella convinzione che nulla gli possa accadere in pregiudizio alla sua incolumità, ma soltanto la completa rappresentazione della situazione di abbandono in cui il figlio versa. In sostanza ogni abbandono deve essere considerato pericoloso poiché l’interesse tutelato dalla norma penale si focalizza sulla violazione dei doveri di custodia del minore.

Si può lasciare da solo il figlio per pochi minuti

Le sentenze che abbiamo citato non devono far pensare che l’atteggiamento dei giudici è intransigente. In determinate situazioni è possibile lasciare solo il bambino per pochi minuti: si pensi alla madre che deve scendere per buttare la spazzatura o per pagare le quote condominiali. I minuti possono protrarsi a seconda di due elementi che vanno comunque considerati:

  1. il grado di maturità del minore, che lo renda in grado di chiedere aiuto e reagire in modo tempestivo a situazioni impreviste ove ne sorga la necessità, senza farsi prendere dal panico;
  2. lo specifico ambiente in cui questi viene lasciato solo: si pensi, ad esempio, al fatto che l’abitazione sia dotata o meno di un impianto elettrico a norma o che sia collocata in un condominio piuttosto che in un luogo isolato (un fattore di non poco conto è il fatto che il minore possa contare, in caso di necessità, sul riferimento di un vicino).


2 Commenti

  1. Si é in regola se si lascia un minore con meno di 14 anni (es 11 anni) con un minore xon piu di 14 anni (es 16 anni)?

    1. Per maggiori informazioni leggi i nostri articoli:
      -Quando posso lasciare mio figlio solo a casa? https://www.laleggepertutti.it/294382_quando-posso-lasciare-mio-figlio-solo-a-casa
      -Se una madre lascia il figlio piccolo solo a casa posso denunciarla? https://www.laleggepertutti.it/133128_se-una-madre-lascia-il-figlio-piccolo-solo-a-casa-posso-denunciarla
      -Figli minori: legittimo lasciarli soli in casa? https://www.laleggepertutti.it/96263_figli-minori-legittimo-lasciarli-soli-in-casa

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube