Diritto e Fisco | Articoli

Separazione: lasciare il coniuge è un diritto; no all’addebito se non si è più innamorati

31 Gennaio 2013
Separazione: lasciare il coniuge è un diritto; no all’addebito se non si è più innamorati

Se si è disinnamorati si può abbandonare il tetto coniugale senza che da tale comportamento possa derivare una causa di addebito nella separazione.

Porre fine alla convivenza è un diritto: nessuno può essere obbligato a rimanere a casa se c’è disaffezione nella coppia o anche da parte di uno solo dei due coniugi.

Il fatto di non essere più innamorati, specie se dopo anni di sopportazioni e di un’unione infelice, non fa scattare l’addebito nei confronti di chi intende disimpegnarsi.

Secondo la Cassazione [1], quando si verifica il dsitacco sentimentale, il coniuge è legittimato a chiedere la separazione e ad abbandonare il tetto coniugale senza che da ciò possano derivare, per lui, conseguenze negative (come l’addebito).

Ovviamente, la disaffezione deve essere tale da rendere intollerabile la convivenza anche da parte di uno solo dei due coniugi. L’intollerabilità è comunque un fatto psicologico squisitamente individuale e soggettivo, riferibile alla formazione culturale, alla sensibilità e al contesto interno alla vita dei coniugi.


È legittimo abbandonare casa e allontanarsi dal coniuge purché si dimostri che tale abbandono sia la conseguenza del comportamento dell’altro coniuge o della disaffezione e del distacco spirituale tra i coniugi. In tal caso, quindi, il giudice non può dichiarare l’addebito della separazione a carico del coniuge che ha abbandonato il tetto coniugale.

note

[1] Cass. sent. n. 2183/2013. Cfr. anche Cass. sent. n. 21099/2007.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. Il vostro sito è veramente ottimo, perchè molto utile, in quanto, a differenza di altre simili iniziative, tratta di argomenti che quotidianamente affliggono tutti i cittadini.
    Complimenti.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube