Business | Articoli

Fisco in vacanza: ancora dubbi sulla tregua estiva 2017

15 luglio 2017


Fisco in vacanza: ancora dubbi sulla tregua estiva 2017

> Business Pubblicato il 15 luglio 2017



Polemica per le cartelle in arrivo relative alle irregolarità sulla trasmissione delle dichiarazioni fiscali 2013. L’Agenza delle Entrate risponde.

Non siamo neanche a metà luglio che già si pensa alle tasse di agosto. Dunque nessuna tregua, neppure durante l’estate, così come invece aveva promesso l’Agenzia delle Entrate? Forse c’è qualche speranza, i dettagli.

Associazione dei commercialisti: tregua estiva 2017

L’allarme arriva dalle Associazioni dei commercialisti (Adc, Aidc, Anc, Andoc, Unagraco, Ungdcec, Unico) che segnalano come nei fatti sia quasi impossibile che la mano del Fisco resti ferma durante le ferie: «A partire dal prossimo 24 luglio l’Agenzia delle Entrate ha reso noto che provvederà a comunicare agli intermediari le irregolarità riscontrate nell’attività di trasmissione delle dichiarazioni fiscali relative all’anno 2013, attraverso il canale Entratel – scrivono in una nota conginuta -. Considerato che, di norma, il termine entro il quale occorre fornire chiarimenti di tale natura all’Agenzia, per evitare contestazioni e le conseguenti sanzioni, è di 30 giorni, è facile prevedere che i professionisti intermediari si troveranno alle prese con le richieste del Fisco nel pieno di quella che dovrebbe essere la tregua fiscale del mese di agosto». Inoltre precisano  che il mese di luglio concentra un susseguirsi di scadenze, tra le quali c’è anche quella legata all’invio del modello 770 ordinario e semplificato, adempimento che le Associazioni nazionali del coordinamento hanno più volte, nell’ambito delle loro proposte per una riorganizzazione del sistema fiscale, chiesto addirittura di eliminare per la sua inutilità, o quantomeno di spostarne la scadenza al 30 settembre.

Tregua estiva: il Fisco precisa: la scadenza per sanare è a ottobre

La risposta dell’Agenzia delle Entrate non si è fatta attendere: neanche a 24 ore dall’allarme lanciato dall’Associazione dei commercialisti stoppa sul nascere ogni possibile polemica. Il Fisco con una nota precisa che le risposte alle segnalazioni di irregolarità che saranno inviate a partire dal 24 luglio prossimo agli intermediari (essenzialmente professionisti abilitati e Caf) attraverso il canale Entratel avranno come termine di invio il prossimo 16 ottobre (leggi anche Dichiarazioni 2013: il Fisco comunicherà gli errori commessi). Il comunicato stampa del 12 luglio dunque precisa: « L’Agenzia delle Entrate renderà disponibili agli intermediari le segnalazioni sulle omesse o tardive trasmissioni delle dichiarazioni fiscali relative all’anno 2013. La scadenza per fornire un riscontro è stata fissata al prossimo 16 ottobre 2017. Anche per questi adempimenti è quindi confermata la sospensione feriale dei termini».

Quando scatta la moratoria estiva 2017?

Inoltre la moratoria estiva, ossia la sospensione dal 1° agosto al 4 settembre di tutti i termini e le scadenze riguardanti documenti e pagamenti tributari prevista dal decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2017, sarà applicata anche alle lettere inviate a fine giugno e che stanno arrivando in questi giorni sui controlli formali delle dichiarazioni dei redditi presentate nel 2015.

L’invito a trasmettere agli uffici del Fisco, «entro 30 giorni dal ricevimento» della comunicazione, la «documentazione» richiesta e «a fornire eventuali chiarimenti» non è considerato perentorio. Perciò il termine per le risposte, anche qualora dovesse cadere nei primi giorni di agosto, beneficerà dello slittamento automatico alle prime settimane di settembre come spiegano dall’amministrazione.

note

Autore immagine: 123fr.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI