HOME Articoli

Lo sai che? Sede legale dell’impresa: può essere la residenza di casa

Lo sai che? Pubblicato il 4 febbraio 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 4 febbraio 2013

La casa può diventare sede legale dell’azienda se il piccolo imprenditore decide di organizzare da lì il proprio lavoro.

Con una nota dello scorso 14 gennaio, il Ministero dello Sviluppo economico [1] ha chiarito che, se l’imprenditore decide di organizzare il proprio lavoro da casa, la sede legale può corrispondere con la sua residenza.

In generale, per le imprese individuali che svolgono le attività in appositi locali (ad esempio, sartoria, falegnamerie o fabbro) è facile immaginare che il centro dell’organizzazione direttiva corrisponda al luogo in cui l’impresa svolge materialmente l’attività di produzione di beni e servizi. Pertanto, in tali casi, la sede legale dell’azienda resta fissata in tali locali. Tuttavia, l’imprenditore resta pur sempre libero di indicare la propria sede legale in un luogo diverso, come ad esempio la propria residenza o lo studio del commercialista.

Diversa è la questione per le imprese individuali che esercitano la propria attività senza necessariamente dover disporre di appositi locali. Si pensi, ad esempio, all’agente di commercio. In tal caso, infatti, appare probabile (ma non necessario) – afferma il Ministero dello Svilupppo Economico – che la sede dell’impresa individuale e la residenza del titolare coincidano.

A riguardo, anche la Cassazione, in una sentenza del 2000 [2], aveva chiarito che è possibile che un imprenditore individuale risieda in un posto e abbia la propria impresa in un altro. Possibile, dunque, ma non obbligatorio.

La differenza con le società è sostanziale: se per esse il centro dell’attività direttiva, amministrativa e organizzativa si presume coincidere con la sede legale, per le imprese individuali non opera questa presunzione e, dunque, tutto è rimesso alla dichiarazione del titolare.

note

[1] Nota 5095 del 14 gennaio 2013.

[2] Cass. sent. n. 2814/2000.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

3 Commenti

  1. ciao a tutti, ho questo caso:

    se l’imprenditore stabilisce la sede dell’attività in casa, può dedurre / detrarre il 50 % delle spese (condominio , luce, telefono).
    se si come è possibile documentarle? con semplice ricevuta di rivalsa?

  2. Le puoi scaricare solo se hai un contratto di fitto o comodato registrato, cosa che l’Agenzia richiede in caso di sede di srl in abitazione privata. Questo hanno contestato in una verifica

  3. Salve, sono ditta individuale ( sub agente di assicurazioni- inquadrato come agente di commercio) sede legale è a casa mia. é possibile mette a costo una parte delle spese della mia abitazione ( es. corrente, riscaldamento ecc.) essendo la stessa la mia sede legale ?
    Grazie
    Maci

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI