HOME Articoli

Lo sai che? Separazione: assegno di mantenimento doppio per il coniuge malato

Lo sai che? Pubblicato il 5 febbraio 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 5 febbraio 2013

In caso di separazione, lex coniuge malato ha diritto a un assegno di mantenimento adeguato a garantirgli cure e assistenza.

Se il marito trascura la moglie gravemente malata può vedersi addebitare la separazione ed essere obbligato a corrisponderle un assegno di mantenimento doppio, consono alle esigenze di cura della donna.

Così ha deciso di recente la Cassazione [1], chiamata a pronunciarsi sul caso di un uomo che aveva umiliato la moglie affetta da sclerosi multipla, trascurandola e tradendola con un’altra donna. Quest’ultima ha così ottenuto dal giudice, in sede di separazione, un assegno di mantenimento temporaneo di 1.500 euro che verrà raddoppiato quando abbandonerà la casa coniugale. L’aumento dell’assegno è, infatti, previsto per consentire alla donna rimasta sola il reperimento di un’abitazione adatta alla sua infermità fisica.

I giudici hanno confermato l’orientamento costante e rigoroso per cui la separazione deve essere addebitata al coniuge che viola i doveri coniugali causando, in via esclusiva, l’intollerabilità della convivenza. L’obbligo di assistenza e cura del partner e l’obbligo di fedeltà sono alla base del rapporto matrimoniale e, non a caso, vengono promessi dagli sposi prima del si: “Prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita”.

note

La foto del presente articolo è un’opera artistica di Dantemanuele De Santis, DS Photostudio, ©. Ogni riproduzione riservata.

[1] Cass. sent. n. 1239 del 18 gennaio 2013.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI