Business | Articoli

Interpretazione del contratto: contratti gratuiti e onerosi (regola 10)

29 Agosto 2013
Interpretazione del contratto: contratti gratuiti e onerosi (regola 10)

Decima regola: le regole sull’interpretazione del contratto si chiudono con una clausola generale che tende a ricomprendere tutte le residue ipotesi di dubbi, distinguendo a seconda che il contratto sia a titolo oneroso o a titolo gratuito.

10. Regole finali.

Qualora, nonostante l’applicazione delle norme contenute in questo capo, il contratto rimanga oscuro, esso deve essere inteso nel senso meno gravoso per l’obbligato , se è a titolo gratuito, e nel senso che realizzi l’equo contemperamento degli interessi delle parti, se è a titolo oneroso”.

Significato.

Bisogna distinguere i contratti a titolo gratuito da quelli a titolo oneroso.

 

– contratti a titolo gratuito (per es. donazione, comodato, ecc.): il contratto, nel dubbio, deve essere interpretato nel senso meno oneroso per il soggetto obbligato (per es. colui che dona un bene);

contratti a titolo oneroso (per es. vendita, mutuo, locazione, ecc.): il contratto, nel dubbio, deve essere interpretato nel modo che realizzi l’equo contemperamento degli interessi delle parti.

Vai a:

In generale: Come si interpreta un contratto: le regole del codice civile

Regola 1: Interpretazione del contratto: la comune intenzione dei contraenti

Regola 2: Interpretazione del contratto: l’interpretazione complessiva delle clausole

Regola 3: Interpretazione del contratto: le espressioni generali

Regola 4: Interpretazione del contratto: indicazioni esemplificative

Regola 5: Interpretazione del contratto: la buona fede

 

Regola 6: Interpretazione del contratto: il principio di interpretazione utile

Regola 7: Interpretazione del contratto: le pratiche in uso

 

Regola 8: Interpretazione del contratto: la corrispondenza alla natura e oggetto del contratto

 

Regola 9: Interpretazione del contratto: moduli o formulari

Regola 10: Interpretazione del contratto: contratti gratuiti e onerosi



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube