Tech | Articoli

Backup iPhone

2 settembre 2018


Backup iPhone

> Tech Pubblicato il 2 settembre 2018



Backup dell’iPhone è una funzionalità presente sul tuo telefono che ti consente di salvare i dati che hai nel tempo memorizzato come contatti, messaggi, chiamate, password, mail, impostazioni e dati delle applicazioni.

Nell’attuale mondo tecnologico il nostro telefono non viene più utilizzato come strumento per fare le classiche chiamate o inviare semplici messaggi di testo (SMS) ai nostri contatti, ma un dispositivo evoluto quale un iPhone, può essere equiparato ad un personal computer, non solo per potenza di calcolo ma soprattutto per la sua capacità di memorizzare una grossa quantità di dati. Per questa ragione è normale chiedersi come poter salvare una copia dei dati nel caso in cui il telefono venga sostituito, perso o in qualche modo danneggiato. In questo articolo ci occuperemo di capire cosa possiamo fare e quali strumenti utilizzare per eseguire un backup dell’iPhone.

Cos’è un backup

Vediamo prima di tutto di capire cosa si intende con il termine “Backup”. In generale possiamo definirlo come una procedura che consente di ottenere una copia dei dati. Nel caso specifico verrà applicata ad un dispositivo specifico, iPhone per poter avere una copia di tutti i dati più importanti quali contatti, messaggi, mail, impostazioni e personalizzazioni applicate al telefono e quant’altro sarà necessario nel momento in cui dovrai riavere i dati e ripristinare le funzioni del tuo iPhone.

Un altro aspetto importante da considerare è quello relativo alla modalità di esecuzione dei backup che possono essere: manuali o automatizzati. Nel primo caso è l’utente a decidere quando farli, mentre nel secondo caso si imposta una programmazione automatica per non pensarci più, se non per verificare che gli stessi vengano completati costantemente e correttamente.

Prima di vedere come impostarli sul telefono, parliamo anche delle tipologie di backup. Esistono infatti backup che eseguono una copia identica delle informazioni, che sono quindi direttamente utilizzabili, oppure esistono delle copie di backup particolari (come nei casi che andremo a vedere) che non possono essere subito utilizzate in quanto, durante la fase di copia, i dati vengono prima elaborati e trasformati dal programma prima di essere memorizzati altrove. Proprio questa seconda tipologia riguarda il backup del nostro iPhone. Ma facciamo un esempio pratico per capire meglio questo concetto: se ho una cartella “documenti-1” e voglio farne una copia di backup su una seconda cartella chiamata “documenti-2”, nel primo caso (copia identica), all’interno della cartella “documenti-2” troverò esattamente tutti i documenti presenti nella cartella “documenti-1”; nel secondo caso invece, identificato sopra come copie di backup particolari, troverò delle informazioni che non sono comprensibili in modo diretto per l’utente, ma necessitano di una procedura di ripristino perché possano essere riportate come quelle presenti nella cartella “documenti-1”.

Dopo aver chiarito alcuni concetti relativi a cosa sono i backup passiamo a capire quali sono i passi per procedere ad eseguire la copia dei dati presenti nell’iPhone. Per fare questo esistono fondamentalmente due possibilità, sarai tu a capire quale andrà meglio per le tue esigenze:

Backup iPhone su iCloud

Partiamo dal metodo più semplice, che non comporta l’utilizzo di ulteriori dispositivi a supporto di questa attività e consente di configurare direttamente sul telefono la funzionalità di backup dei dati più importanti e:

  • archiviare i backup su uno spazio della rete Internet chiamato iCloud di Apple;
  • ti offre fino a 2 TB di spazio di archiviazione (i primi 5 GB sono gratuiti);
  • viene sempre fatta la codifica dei backup;
  • ti consente di creare e usare i backup ovunque tramite Wi-Fi;

Ecco come devi procedere per un backup manuale:

  1. assicurati di essere connesso ad una rete Wi-Fi;
  2. accedi alle impostazioni del tuo iPhone;
  3. accertati che iCloud Backup sia attivato in “Impostazioni”, se così non fosse devi connetterti, prima di procedere;
  4. seleziona il tuo nome in alto (il tuo account) che dovrebbe essere quindi già connesso a iCloud;
  5. a questo punto seleziona la voce “iCloud” e scorri in basso fino a trovare la voce “Backup iCloud“;
  6. attiva quindi la relativa opzione “Backup iCloud“;
  7. una volta attivata questa opzione, il backup dei tuoi dati verrà eseguito automaticamente quando l’iPhone risulterà: collegato ad una sorgente di alimentazione, bloccato e connesso ad una rete Wi-Fi. Al di là di queste condizioni è comunque possibile eseguire subito l’operazione, cliccando sulla voce: “Esegui backup adesso“.

Ecco come devi procedere per un backup giornaliero automatico:

  1. accertati che iCloud Backup sia attivato in Impostazioni> [tuo nome]> iCloud> Backup iCloud;
  2. collega il tuo iPhone a una fonte di alimentazione;
  3. connetti il ​​tuo dispositivo a una rete Wi-Fi;
  4. assicurati che lo schermo del tuo dispositivo sia bloccato.
  5. prima di procedere ad attivare questa funzionalità verifica lo spazio disponibile su iCloud. Tenendo in considerazione il fatto che i nuovi dispositivi sono in grado di memorizzare una grande mole di dati, magari installando più applicazioni, assicurati di avere sufficiente spazio disponibile. Quando accedi a iCloud, ricevi 5 GB di spazio di archiviazione iCloud gratuitamente. Se hai bisogno di più spazio, puoi acquistarne dell’altro; i piani partono da 50 GB a 0,99 € al mese.

Una volta eseguito il backup su iCloud, potrai ripristinarlo a quella data, sullo stesso dispositivo oppure su un nuovo iPhone o altri dispositivi iOS, a patto che l’utente (e relativa autenticazione) sia lo stesso. E’ chiaro che trattandosi di una importante mole di dati che va ad essere inviata sulla rete, questa procedura dovrà essere fatta mentre si è connessi ad una rete Wi-Fi.

Contenuti compresi nel backup iCloud

Nei backup iCloud sono inclusi quasi tutti i dati e le impostazioni archiviati sul dispositivo. Nei backup iCloud non sono inclusi:

  1. contatti, calendari, note, streaming foto e libreria foto già archiviati su iCloud;
  2. dati archiviati in altri servizi cloud, come la posta di Gmail e di Exchange;
  3. informazioni e impostazioni di Apple Pay;
  4. impostazioni di Touch ID;
  5. contenuti della libreria musicale e dell’App Store (se ancora disponibili nell’iTunes Store, nell’App Store o nell’iBooks Store, puoi comunque scaricare di nuovo i tuoi acquisti precedenti semplicemente toccandoli).

Backup iPhone su iTunes

Dopo aver visto come eseguire il backup attraverso le funzionalità specifiche presenti nel nostro iPhone, passiamo a vedere un’altra modalità che per sua natura ci richiederà l’utilizzo di un computer e di un programma chiamato iTunes.

Il backup dell’iPhone con iTunes è una tecnica più articolata di quella già vista ma ha comunque dei vantaggi che saranno elencati nelle tecniche a confronto. Una volta attivato il programma e connesso il telefono al nostro PC, ci troviamo difronte un pannello che illustra tutte le caratteristiche e le informazioni del nostro iPhone, dalla versione del software, al numero seriale del prodotto, allo spazio disponibile, alla possibilità di aggiornamento e quant’altro fosse necessario per poterlo gestire. Vediamo però i passi da compiere per attivare il nostro backup con iTunes:

  1. come prima cosa avvia il software iTunes e collega il telefono al computer;
  2. a questo punto ti verrà richiesto di autorizzare il dispositivo. Conferma prima di procedere;
  3. seleziona quindi il tuo iPhone che compare sulla parte alta del programma;
  4. se intendi salvare anche i dati di salute e attività sportiva presenti nel tuo dispositivo o anche Apple Watch, devi rendere illeggibili i dati di backup: per attivare questa protezione, seleziona la casella specifica e crea una password complessa per garantire maggiore sicurezza di questa tipologia di dati sensibili. Se invece non ritieni necessario salvare i dati su salute e attività sportiva è possibile creare un backup non cifrato banalmente facendo un clic su “Esegui backup ora”.

Contenuti compresi nel backup iTunes

Dopo aver visto quali contenuti vengono salvati attraverso il backup su iCloud, vediamo cosa cambia con il backup di iTunes.

Devi sapere che attraverso il software iTunes è inoltre possibile sincronizzare dei contenuti dal PC sul tuo dispositivo e viceversa come musica, film, canzoni, podcast, ecc. La sincronizzazione dei contenuti del dispositivo con un computer e l’esecuzione del backup sono però due operazioni distinte. Nel un backup con iTunes sono inclusi quasi tutti i dati e le impostazioni del dispositivo. Vediamoli nello specifico:

  1. contenuti dell’iTunes Store e dell’App Store oppure PDF scaricati direttamente in iBooks (puoi anche eseguire il backup di questi contenuti usando l’opzione Trasferisci acquisti in iTunes);
  2. contenuti sincronizzati da iTunes, come MP3 o CD importati, video, libri e foto;
  3. foto come “Il mio streaming foto” e Libreria foto già memorizzate su iCloud;
  4. impostazioni di Touch ID;
  5. informazioni e impostazioni di Apple Pay;
  6. dati del portachiavi e delle app Attività e Salute (ricorda che per il backup di questi contenuti dovrai usare il backup codificato in iTunes).

Backup a confronto

Per concludere vediamo quindi di fare una sintesi e capire quali i vantaggi e gli svantaggi delle due soluzioni:

  1. backup su iCloud: questa soluzione è decisamente più flessibile in termini di praticità di impostazione ed eventuale ripristino del backup. Non si ha necessità di ulteriori dispositivi se non di una connessione di rete Wi-Fi i grado di consentire un agevole travaso dei dati sul Cloud. Per contro abbiamo, oltre ad eventuali problematiche di banda, anche dei limiti di spazio, a meno che non si decida di acquistarne porzioni aggiuntive attraverso differenti piani di abbonamento.
  2. backup su iTunes: il vantaggio di questa soluzione riguarda in primo luogo, lo spazio messo a disposizione dal nostro computer che per sua natura è certamente più capiente di quello messo a disposizione su iCloud, risulta inoltre molto più veloce rispetto ad una connessione su rete Wi-Fi. Come contro però, per ripristinare il dispositivo, hai necessità di avere a portata di mano il computer sul quale è stato fatto il backup. Occorre anche ricordare che iTunes, oltre che fare il backup ci consente di fare più cose come organizzare più agevolmente e sincronizzare altri contenuti che pertanto saranno disponibili sia sul telefono che sul computer.

di ALESSANDRO BONU


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI