Diritto e Fisco | Articoli

Gioco online: cosa cambia con il Decreto Dignità

5 settembre 2018


Gioco online: cosa cambia con il Decreto Dignità

> Diritto e Fisco Pubblicato il 5 settembre 2018



Cosa cambia con l’entrata in vigore del decreto firmato dal Ministro del Lavoro e leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio.

Il Decreto Dignità è stato approvato dal Consiglio dei ministri lo scorso 2 luglio con lo scopo principale di contrastare la precarietà nel lavoro. Il testo contiene però anche diverse norme riguardanti il gioco d’azzardo e la sua promozione online.

Pubblicità e controversie

Il comma 1 dell’articolo 8 del Decreto Dignità relativo al divieto di pubblicità per giochi e scommesse vieta “qualsiasi forma di pubblicità, anche indiretta, relativa a giochi o scommesse con vincite di denaro, comunque effettuata e su qualunque mezzo, incluse le manifestazioni sportive, culturali o artistiche, le trasmissioni televisive o radiofoniche, la stampa quotidiana e periodica, le pubblicazioni in genere, le affissioni ed internet“. Stop alle sponsorizzazioni, quindi, sia sui canali tradizionali che sui new media online.

Il Decreto prevede il divieto di sottoscrizione di nuovi contratti pubblicitari ad alcune tipologie di gioco d’azzardo, a partire dalla data di entrata in vigore della normativa, avvenuta lo scorso 12 agosto. Sono escluse dal provvedimento le cosiddette “lotterie differite nazionali”, ovvero i giochi ad estrazione che prevedono una vincita non immediata. In altre parole si tratta della Lotteria Italia o dei più comuni giochi del Lotto, 10 e Lotto o anche della lotteria miliardaria del SuperEnalotto.

L’inosservanza delle nuove disposizioni comporta delle sanzioni amministrative pari al 5% del valore della sponsorizzazione e in ogni caso prevede multe non inferiori a 50.000 euro.

La normativa va a toccare soprattutto il mondo del calcio italiano, visto che ben 11 squadre di Serie A su 20 hanno contratti di sponsorizzazione con operatori di gambling.

Uno degli aspetti più controversi relativi al decreto, però, è che il testo previsto parla esclusivamente di nuovi contratti, il che vuol dire che i contratti già in essere potranno continuare fino alla loro effettiva data di scadenza. Molte società di gioco hanno provveduto a sottoscrivere nuovi contratti di sponsorizzazione nel tempo intercorso tra l’uscita del decreto e la sua entrata in vigore: un caso è quella della AS Roma, che ha siglato un contratto valido fino al 2021 con una nota azienda di scommesse. E su questa particolare sottoscrizione, però, abbiamo il dubbio che in un futuro prossimo ci sarà da discutere.

Gioco d’azzardo clandestino: la conseguenza negativa del Decreto

Ma l’approvazione del Decreto Dignità conduce anche ad altre conseguenze. L’effetto collaterale che gli esperti del settore prevedono e temono è che la spesa dei giocatori si riversi nel mercato del gioco d’azzardo clandestino, in cui non ci sono né garanzie né tutele per gli utenti.

Il presidente della Lega di serie A Gaetano Miccichè ha commentato così il Decreto puntando il riflettore proprio su questo possibile scenario: “Sono preoccupato per la tenuta occupazionale e lo sviluppo del calcio italiano e del suo indotto e per il rischio che si incrementi il ricorso al gioco d’azzardo clandestino”.

Al contrario, gli operatori di gioco legali, come sappiamo, sono regolati da AAMS (Agenzia Autonoma dei Monopoli di Stato), come conferma di poter garantire sicurezza e trasparenza nell’offerta di gioco. Addirittura alcuni operatori sul territorio nazionale, come ad esempio il bookmaker Sisal Matchpoint, presentano delle certificazioni di qualità che hanno anche una valenza europea.

Il Programma di Gioco Responsabile a gestione europea, infatti, viene certificato ogni tre anni dalla European Lotteries (EL) e dalla World Lottery Association (WLA), due associazioni internazionali che attestano l’adesione e l’implementazione di azioni nel pieno rispetto dei cosiddetti Responsible Gaming Standards. Le certificazioni rilasciate riconoscono l’impegno e il modello adottati da un’azienda a garanzia di una proposta di gioco responsabile, legale e sicuro a tutela dei propri clienti.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI