Business | Articoli

Concessione gratuita strutture abbandonate: bando del Demanio

23 luglio 2017


Concessione gratuita strutture abbandonate: bando del Demanio

> Business Pubblicato il 23 luglio 2017



In arrivo Cammini e dintorni, il bando del «turismo lento»:  il Demanio metterà a disposizione dei giovani under 40 alcuni siti abbandonati, da riconvertire.

Il prossimo lunedì 24 luglio 2017 sarà pubblicato il primo dei due bandi previsti per il progetto «Cammini e dintorni». Il progetto del Demanio, con la collaborazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Beni Culturali e di Touring Club Italiano, rivolto alla rivalutazione degli immobili abbandonati e i percorsi turistici da fare a piedi o in bici dando al tempo stesso ai giovani under 40 anni in Italia la possibilità di investire in un’attività ricettiva. Il bando era stato già annunciato a maggio (leggi anche Cicloturismo: case cantoniere e stazioni gratis per under40).

 

Cosa prevede il bando del progetto Cammini e dintorni?

Il primo dei due bandi previsti per il progetto «Cammini e dintorni» sarà pubblicato come abbiamo accennato il prossimo lunedì, 24 luglio 2017 e riguarda le strutture dislocate lungo gli itinerari storico-religiosi e i percorsi ciclopedonali da Nord a Sud d’ Italia: vecchie case cantoniere, locande, masserie, ostelli, ma anche piccole stazioni, caselli idraulici, ex edifici scolastici, torri, palazzi storici, monasteri e antichi castelli, tutti da recuperare. Sono in totale 46 i primi beni pubblici messi a disposizione.

L’obiettivo è quello di potenziare l’offerta turistico-culturale, migliorare la fruizione pubblica e regolare i flussi turistici diminuendoli per le destinazioni già sovraffollate.

Chi può partecipare a Cammini e dintorni?

Cammini e dintorni prevede il coinvolgimento di operatori privati o imprese, cooperative e associazioni composte in prevalenza da giovani under 40 per  strutture coinvolte, prevalentemente in disuso (se non in stato di abbandono) e situate lungo la Via Appia, la Via Francigena, il Cammino di Francesco, il Cammino di San Benedetto e le ciclovie Vento, Sole e Acqua.

Gli immobili saranno dati in concessione gratuita per 9 + 9 anni o in concessione di valorizzazione, fino a 50 anni.

Gli immobili dovranno essere rimessi a nuovo e diventare strutture turistiche: alberghi, ostelli, ma anche ad esempio ciclofficine.

Cammini e dintorni: secondo bando dopo l’estate

Dopo l’estate è prevista la pubblicazione di un secondo bando che include immobili di maggiore pregio che saranno concessi per un periodo massimo sempre di 50 anni. Il dettaglio in più infatti è che tutte le strutture si snodano lungo arterie percorribili a piedi o in bicicletta.

note

Autore immagine: Pixabay.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI