Diritto e Fisco | Articoli

Novità RC auto: polizze più basse per chi ha la scatola nera

7 febbraio 2013


Novità RC auto: polizze più basse per chi ha la scatola nera

> Diritto e Fisco Pubblicato il 7 febbraio 2013



Sconti sui premi delle polizze RCA per chi installa sulla propria auto la scatola nera: la rivoluzione è quasi pronta.

Un ulteriore passo avanti per il varo delle cosiddette “scatole nere” nelle auto: è stato appena pubblicato, in Gazzetta Ufficiale [1], il decreto del Ministero dei Trasporti con l’elenco dei requisiti tecnici che dovranno possedere tali apparecchiature.

Come noto, la legge [1] prevede che, nelle polizze relative all’assicurazione RCA,

l’assicurato  può acconsentire all’isntallazione, sul proprio veicolo, di meccanismi elettronici che registrano l’attività del mezzo (“scatole nere”); ciò gli darà la possibilità di fruire di riduzioni significative rispetto alle tariffe ordinarie.

Le apparecchiature dovranno essere sigillate e ancorate solitamente a elementi fissi dell’auto. Saranno alimentate a batteria. Dovranno determinare la posizione e la velocità del veicolo nel tempo. Dovranno essere controllabili a distanza, ai fini della verifica del corretto funzionamento. Dovranno garantire che i dati in essi immagazzinati non possano essere distrutti o modificati. Dovranno consentire l’individuazione tempestiva di eventuali tentativi di manomissione.

Per l’istallazione delle scatole nere sarà necessario:

– un ricevitore GPS, compatibile con la nuova costellazione Galileo, per la geo-radiolocalizzazione terreste tramite rete di satelliti artificiali;

– un dispositivo di telefonia mobile GPRS per la trasmissione dati tramite rete GSM – UMTS;

– una memoria flash e una RAM per la memorizzazione dei dati raccolti;

– un’antenna integrata wireless per comunicare con altri  dispositivi installati a bordo del veicolo;

– una batteria ricaricabile.

Da solo, tuttavia, questo decreto non basta. Sono necessari ancora due passaggi:

– un regolamento dell’Ivass (ex Isvap), di concerto con il Garante della Privacy, con cui si stabiliscano i modi di raccolta, gestione e utilizzo dei dati raccolti;

– un decreto del Ministro dello Sviluppo per definire lo standard tecnologico hardware e software per la raccolta, gestione e utilizzo dei dati raccolti.

note

[1] Art. 132, comma 1, del codice delle assicurazioni  private, di cui al decreto legislativo 7  settembre  2005,  n.  209,  come  da ultimo modificato dall’art. 32, comma 1, del decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1, recante “Disposizioni  urgenti  per  la  concorrenza,  lo sviluppo delle infrastrutture e la  competitività”,  convertito  con modificazioni dalla legge 24 marzo 2012, n. 27.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI