Amazon chiuso il lunedì

12 settembre 2018


Amazon chiuso il lunedì

> Diritto e Fisco Pubblicato il 12 settembre 2018



Genera polemiche la proposta del M5S di proibire in Italia anche l’e-commerce. Almeno una volta alla settimana. 

Un ritorno allo statalismo, allo Stato impiccione che vuol intervenire nelle scelte imprenditoriali. Ha fatto molto discutere la proposta della Lega di chiudere negozi e centri commerciali la domenica, lasciando la possibilità di stabilire 8 aperture all’anno con l’intesa delle Regioni. Dinanzi al disegno di legge, che ha trovato il favore della maggioranza, si sono alzate legittime le proteste di alcuni commercianti secondo cui, in questo modo, si finirebbe solo per fare il gioco dei grandi store su internet come Amazon. Se infatti è vero che le famiglie sono sempre più impegnate nel lavoro, che i ritmi urbani sono frenetici e lo shopping infrasettimanale è ormai un vecchio ricordo, i consumatori trovano più facile rivolgersi ai negozi virtuali. Con una carta prepagata o il conto paypal, oggi sul web si possono acquistare libri, vestiti, oggetti tecnologici ed anche generi alimentari, acqua potabile e servizi professionali. Insomma la rete offre la soluzione per chi ha poco tempo e vuole risparmiare. Il che significa che, trovando la saracinesca chiusa anche la domenica, il tradizionale consumatore non ci penserà due volte a rivolgersi ad Amazon. Ed allora che si chiuda Amazon e tutti i suoi colleghi. Questa è stata la risposta del M5S che, a firma di Davide Crippa, ha presentato alla Camera un progetto di legge con cui si prevede la chiusura – probabilmente il lunedì – anche per l’e-commerce. 

Amazon chiuso: la nuova proposta di legge

La maggioranza è di nuovo divisa. Se sul web il M5S vuole intervenire nei termini in cui si è appena detto, ieri Di Maio ha criticato la proposta leghista di chiudere tutti i negozi. A suo avviso bisognerebbe lasciare aperti il 25% dei negozi in modo che in ogni quartiere ci sia sempre la possibilità di fare acquisti. Si tornerà al sistema pre-Monti – aveva spiegato – quando sindaci e commercianti si mettevano d’accordo per organizzare la turnazione. Fuori dalla regolamentazione resterebbero solo le città turistiche.

Si ritorna quindi al dirigismo statale, quello che risponde alla stessa logica degli anni ’70-’80, quando nel nostro Paese le leggi che intervenivano sull’economia erano più vicine all’ex Unione Sovietica che a quelle degli altri paesi europei. Né si può fare un raffronto con le previsioni di altri Stati che ancora hanno la chiusura domenicale ma la cui economia non soffre i problemi di quella nostra.

Piuttosto che intervenire sugli aumenti dei salari per chi fa gli straordinari nel weekend, il Governo preferisce bloccare l’iniziativa dell’imprenditore decidendo per lui in quali giorni della settimana è più conveniente fare affari. 

C’è la legge che tutela i lavoratori «costretti» a fare gli straordinari e a operare nei giorni festivi. Che questi lavoratori premano e si facciano difendere per spuntare migliorie contrattuali (lavoro festivo, straordinari e altro), ha un senso; che vogliano impedire ad altri lavoratori, dipendenti o autonomi non rileva, di operare a notte fonda o il mattino di Natale, non ha ragione.

E, oggi, con la chiusura di Amazon, l’Esecutivo vuol anche bloccare gli internauti che preferiscono il web, sostituendosi a loro. Se poi la politica si deve far carico delle scelte etiche del cittadino, ripristinando la vecchia concezione di domenica familiare, bisogna ricordare che solo negli stati islamici la legge si occupa della morale imponendo di frequentare la moschea. La capacità di autodeterminarsi è invece tipica delle democrazie.  


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

  1. Ma quale democrazia?? Stiamo vivendo il feudalesimo tecnocratico!! Amazon chiuso? Si finché non paga le tasse, fino all’ultimo centesimo ,derivate dagli utili prodotti in Italia e non in Lussemburgo e come lui tutti i webcolossi ! Il re è morto Lunga vita a re jeff

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI