Business | Articoli

Associazioni riconosciute e non riconosciute: qual è la differenza?

28 Lug 2017


Associazioni riconosciute e non riconosciute: qual è la differenza?

> Business Pubblicato il 28 Lug 2017



Due principali categorie nei quali ricondurre le associazioni. Ma come distinguerle? Quale tipologia è più conveniente?  

L’associazione è un ente privato senza finalità di lucro, costituita da un gruppo di persone unite per il raggiungimento di un determinato scopo di interesse collettivo e che utilizza le proprie risorse finanziarie per scopi, educativi, religiosi, culturali, sociali, di pubblica utilità.

Le associazioni si possono dividere in «non riconosciute» e «riconosciute»: conoscere la differenza tra associazioni riconosciute e non riconosciute potrebbe essere rilevante ai fini fiscali.

Cosa sono le associazioni riconosciute?

Per la costituzione delle associazioni riconosciute è necessario l’atto pubblico, obbligatorio anche per la modifica o l’integrazione dell’atto costitutivo o dello statuto che ne regola la vita e l’attività e per assumere la qualifica di Onlus.

L’atto pubblico, grazie al controllo preventivo di legalità effettuato per legge dal notaio, contiene dati certi e attendibili e consente, quindi, di acquistare personalità giuridica con l’iscrizione nel registro delle persone giuridiche: ciò comporta un’autonomia patrimoniale perfetta tra il patrimonio dell’associazione e quello personale dei singoli associati, nonché degli altri soggetti.

Gli associati rispondono quindi delle obbligazioni dell’ente solo nei limiti della quota associativa versata e degli ulteriori contributi elargiti, e non possono essere richiesti del pagamento dei debiti contratti dall’associazione dai creditori di quest’ultima. A loro volta i creditori personali dei singoli associati non possono pretendere dall’associazione il soddisfacimento delle loro ragioni.

Le associazioni riconosciute possono inoltre usufruire di particolari benefici previsti dalla legge, come la possibilità di richiedere contributi da parte di enti pubblici, hanno inoltre la possibilità di ricevere eredità e donazioni o di comprare immobili. Nel rispetto dei requisiti previsti dalla legge, possono divenire anche Onlus, fruendo dei relativi benefici. Tuttavia il riconoscimento comporta anche degli svantaggi perché l’associazione viene sottoposta ad una serie di controlli (l’autorizzazione agli acquisti ne è un esempio) statali o regionali, a seconda che l’ente operi su tutto il territorio dello Stato o solo nell’ambito di una regione.

Cosa sono le associazioni non riconosciute?

Le associazioni non riconosciute sono tali per due ragioni principali:

  • perché non hanno ottenuto il riconoscimento pur avendolo richiesto,
  • perché non hanno interesse a conseguirlo.

Le associazioni non riconosciute non sono persone giuridiche, e pertanto nei confronti loro e dei singoli associati non operano i benefici conseguenti all’autonomia patrimoniale propri degli enti riconosciuti. Ciò nonostante anche nelle associazioni non riconosciute si assiste ad una discreta separazione tra il patrimonio dell’ente e quello dei suoi associati – la cosiddetta autonomia patrimoniale imperfetta – in quanto per i debiti dell’ente risponde in primo luogo il fondo comune dell’associazione e quindi, solo in seconda battuta, coloro che hanno convenuto ed effettuato l’operazione in nome e per conto dell’ente. Anche queste associazioni non possono essere costituite per finalità di lucro. La loro attività deve essere conforme allo scopo fissato dall’atto costitutivo e dallo statuto.

Si può richiedere il riconoscimento dell’associazione?

È bene sapere che, se si vuole chiedere il riconoscimento dell’associazione, è necessario redigere l’atto costitutivo in forma di atto pubblico, davanti ad un notaio.

Nel caso in cui invece non si sia interessati al riconoscimento, per costituire un’associazione di fatto non sarebbe necessaria nessuna forma particolare ed è sufficiente anche una semplice stretta di mano.

note

Autore immagini: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI