Business | Articoli

Fisco: proroghe ufficialmente confermate

31 luglio 2017


Fisco: proroghe ufficialmente confermate

> Business Pubblicato il 31 luglio 2017



Slittano, come annunciato, in via ufficiale i Redditi, 770 e Voluntary. Tutte le modifiche del Dpcm.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale [1] il Dpcm che proroga ufficialmente le scadenze previste per i versamenti dei lavoratori autonomi e dei professionisti, oltre che l’invio telematico di dichiarazione modello Redditi, Irap e modello 770/2017. Vediamo le date prorogate.

Proroga del Modello 770

La proroga ufficiale arriva per il modello 770/2017: il modello dovrà essere trasmesso entro la scadenza del 31 ottobre 2017. Prima era al 31 luglio. Di conseguenza, slitta al prossimo 31 ottobre anche la scadenza per l’invio telematico della certificazione unica dei lavoratori autonomi non interessanti alla compilazione della dichiarazione precompilata. Si legge nel decreto: «Considerate le esigenze generali rappresentate dalle categorie professionali in relazione ai numerosi adempimenti fiscali da porre in essere per conto dei contribuenti e dei sostituti d’imposta».

Proroga Redditi e Irap 2017

Arriva anche la proroga per l’invio telematico della dichiarazione modello Redditi e per la dichiarazione Irap, la cui scadenza diventa il prossimo 31 ottobre 2017 (inizialmente il termine previsto era il 2). Sono dichiarazioni che interessano persone fisiche, società di persone, studi associati e società di capitali con esercizio che coincide con l’anno solare e che possono essere effettuate solo online via Entratel o via Internet.

Correzione dichiarazioni: proroga confermata per i ravvedimenti

L’allungamento dei termini ha effetto anche sugli eventuali ravvedimenti, integrazioni o correzioni delle dichiarazioni: dal 30 settembre al 31 ottobre anche il termine per i contribuenti che devono rettificare o integrare una dichiarazione già presentata, con la cosiddetta «correttiva nei termini».

Il Mef ha sottolineato che dal 21 luglio 2017 al 20 agosto 2017 anche i lavoratori autonomi potranno effettuare i versamenti delle imposte con una lieve maggiorazione, a titolo di interesse, pari allo 0,40 per cento. Il nuovo termine verrà formalizzato con un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze che sarà firmato nei prossimi giorni.

Come è evidente questo cambiamento che verrà introdotto con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che uniformerà il trattamento tra titolari di reddito di impresa e titolari di reddito di lavoro autonomo.

note

[1] Gazzetta Ufficiale n. 175 del 28.07.2017.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI