Diritto e Fisco | Articoli

Chi licenzia colf o badanti non paga la tassa sull’ASPI

8 Febbraio 2013
Chi licenzia colf o badanti non paga la tassa sull’ASPI

Sulla questione colf, baby sitter e badanti impiegate presso famiglie interviene il Ministero del Lavoro: la tassa sui licenziamenti non graverà sui privati ma solo sulle imprese.

Importante chiarimento, intervenuto ieri, dal Ministero del Lavoro: la nuova tassa prevista sui licenziamenti non si applica al caso di colf e badanti impiegate presso famiglie, ma solo presso le imprese.

L’imposta, che serve per finanziare il pagamento dell’ASPI – la nuova indennità di disoccupazione – obbligatoria ogni volta che si proceda a un licenziamento nei confronti di un lavoratore a tempo indeterminato per ragioni indipendenti dalla volontà di quest’ultimo [1], non si applicherà, dunque, ai privati e alle famiglie che abbiano impiegato una colf, una baby sitter o la badante.

La preoccupazione, sollevata dall’Assindatcolf, era che il contributo, già di per sé particolarmente elevato (può arrivare a 1.450 euro) gravasse in modo eccessivo sulle famiglie, divenendo, di fatto, un forte deterrente alla assunzione e/o regolarizzazione delle colf.


note

[1] Art. 2, comma 31, legge n. 92/2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube