Business | Articoli

Elettrodomestici: arriva la nuova scala energetica

3 Agosto 2017


Elettrodomestici: arriva la nuova scala energetica

> Business Pubblicato il 3 Agosto 2017



Unico rating energetico per i prodotti esistenti e futuri con informazioni pratiche e chiare per i consumatori. Via le classi A+++… ecco come funziona.

Approvata dal Parlamento europeo la legge sulle nuove etichette energetiche con lo scopo di misurare l’efficienza energetica delle nuove generazioni di elettrodomestici e dispositivi elettronici per la domotica: al loro posto, una sola etichetta che andrà dalla lettera A alla lettera G e sarà affiancata da una scala cromatica, dal verde al rosso. Per tanto via le indicazioni A+ o A++, rimangono solo le lettere dell’alfabeto per consentire al consumatore una più efficace valutazione dei consumi legati all’uso di un determinato apparecchio.

Il Parlamento europeo ha approvato il regolamento con 535 voti favorevoli, 46 contrari e 79 astensioni. In una nota del parlamento di Strasburgo si conferma: «I clienti saranno in grado di scegliere i prodotti più efficienti al fine di ridurre i consumi energetici e le fatture, mentre i produttori saranno incoraggiati a innovare e investire in prodotti più efficienti dal punto di vista energetico».

Qr-code e nuove etichette per le classi energetiche

Le etichette saranno affisse sui prodotti in formato stampato e consultabili online e avranno un database contenente una gran quantità di informazioni aggiuntive: un QR code, un link o simili dovrà permettere di raggiungerlo direttamente dall’etichetta anche attraverso un telefonino. Il materiale promozionale dovrà fare riferimento alla classe di efficeinza energetica e saranno pensate campagne di informazione ad hoc: «Sono le etichette 2.0 – dichiara Dario Tamburrano dell’Efdd (Europe of Freedomand Directory Democracy) – ci siamo battuti per un database con dati aperti e accessibili a tutti che consentirà di sviluppare applicazioni per effettuare confronti immediati fra i vari modelli ed individuare quello che offre il maggiore risparmio di energia, quindi di denaro, rispetto alle abitudini personali di impiego. Inoltre i fabbricanti avranno facoltà di inserire sull’etichetta il simbolo che indica la capacità di un’apparecchiatura di essere smart. È la nuova frontiera dell’efficienza energetica».

Quanto si risparmia con le nuove etichette energetiche?

La nuova revisione delle etichette energetiche produrrà risparmi aggiuntivi pari al consumo annuale complessivo dei tre Paesi baltici: Estonia, Lituania e Lettonia. Un impatto notevole sul sistema internazionale.

Quando si parte con le nuove classi energetiche?

La Commissione europea avrà l’onere di creare un database di prodotti corredato di informazioni tecniche finalizzate ad aiutare le autorità nazionali a monitorare la conformità con il nuovo sistema di controllo. Sarà inoltre attivato un sito online destinato alla diffusione al pubblico della nuova metodologia di controllo. Sempre la Commissione dovrà elaborare le linee guida per l’applicazione del regolamento e le migliori pratiche da attuare per il test dei prodotti.

Non si tratta dell’unica evoluzione del sistema di controllo: per tenere il passo con i miglioramenti tecnologici sull’efficienza energetica, i parlamentari europei hanno stabilito che ogni volta che il 30% dei prodotti venduti sul mercato dell’Ue rientrerà nella classe A o quando il 50% dei prodotti rientrerà nelle prime due classi di efficienza energetica, A e B, la scala sarà aggiornata.

note

Autore immagine: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA