Diritto e Fisco | Articoli

Assegno di mantenimento ridotto se il padre sta male e non può lavorare

13 febbraio 2013


Assegno di mantenimento ridotto se il padre sta male e non può lavorare

> Diritto e Fisco Pubblicato il 13 febbraio 2013



Le condizioni di salute del genitore tenuto al mantenimento possono influire sulla misura dell’assegno da versare al figlio.

Può chiedere la riduzione dell’assegno di mantenimento il genitore le cui condizioni di salute gli impediscano di lavorare, nonostante sia titolare di diverse proprietà.

Lo ha chiarito la Cassazione [1], che ha ridotto l’assegno di mantenimento a un sessantaduenne ligure per via del suo precario stato di salute che non gli consentiva alcuna attività di lavoro. Per la Corte è risultata peraltro irrilevante la circostanza per cui l’uomo fosse proprietario di immobili e socio di alcune attività.

È sempre possibile chiedere all’Agenzia delle Entrate le dichiarazioni dei redditi del coniuge separato onde valutare e quantificare l’importo dell’assegno di mantenimento. In tal caso, l’Agenzia delle Entrate non può rifiutarsi, opponendo il diritto alla riservatezza, poiché. Infatti l’esigenza di tutela (anche sotto un profilo giudiziario) dei diritti della persona prevale su altre valutazioni [2].

note

[1] Cass. sent. n. 3390 del 12.02.13.

[2] Cons. St. sez. IV, sent. n. 5047 del 20.09.2012.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI