Diritto e Fisco | Articoli

Laurea in giurisprudenza: come diventare giurista d’impresa

20 Ottobre 2018
Laurea in giurisprudenza: come diventare giurista d’impresa

Un laureato in giurisprudenza che desideri lavorare all’interno di un ufficio legale aziendale o come giurista d’impresa junior,come deve muoversi e quali intermediari validi deve contattare?Attualmente svolge a titolo occasionale per un partito politico consulenze legali nell’area del diritto pubblico. Quali agenzie del lavoro potrebbe contattare?

Le aziende sono favorevolmente colpite dalle pubblicazioni su riviste scientifiche, cioè su riviste (non solo online) specializzate nel settore giuridico. Il laureato amico del lettore dovrebbe innanzitutto provare a fare richiesta, presentando il suo curriculum e un articolo di prova, agli editori che si occupano in maniera esclusiva (o quasi) di diritto.

Dovrebbe poi provvedere a registrare ogni suo intervento (convegni, interviste, partecipazioni via web o radio): oltre che inserirle nel cv, dovrebbe diffonderle in rete, anche su youtube. È opportuno poi, per una maggiore visibilità, partecipare attivamente a convegni e seminari, oppure organizzarne di propri: non soltanto ciò aumenterà la sua esperienza, ma gli permetterà di incontrare nuove persone. Spesso i convegni sono luoghi fertili di incontro tra domanda ed offerta. È bene che il suddetto laureato curi in maniera meticolosa i suoi profili social.

È opportuno anche consultare i siti dedicati agli annunci di lavoro: ad esempio, indeed.com o trovolavoro.it.

Per il resto, si possono tenere in considerazione i lavori di mediazione, procacciatore d’affari, consulente e intermediario nella vendita di prodotti finanziari.

Infine, non è da sottovalutare la partecipazione a concorsi pubblici per i quali è richiesta la laurea in giurisprudenza.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Mariano Acquaviva



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube