HOME Articoli

Lo sai che? La P.A. deve restituire gli oneri di urbanizzazione se l’opera non viene realizzata

Lo sai che? Pubblicato il 14 febbraio 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 14 febbraio 2013

Oneri di urbanizzazione restituiti: è un diritto che spetta al cittadino, sia che non esegua l’opera per cui ha chiesto il permesso a costruire, sia che non la completi.

Quando il cittadino chiede e ottiene dalla P.A. il permesso a costruire, ma poi non realizza più l’opera, ha il diritto di ottenere il rimborso al Comune delle somme versate a titolo di oneri di urbanizzazione.

Lo ha stabilito, di recente, il TAR di Catania [1]. Nel caso di specie, il Comune aveva approvato una variante al progetto iniziale; ma la P.A. aveva imposto al proprietario un termine entro cui avviare i lavori, decorso inutilmente il quale vi sarebbe stato il ritiro del permesso a costruire, con conseguente decadenza della variante urbanistica. Le opere però non furono mai realizzate, benché le somme per i relativi oneri erano già state versate al Comune; l’ente pubblico, peraltro, rigettò la richiesta del relativo rimborso presentata dal cittadino.

A riguardo, il Giudice Amministrativo ha stabilito che, nelle ipotesi in cui il privato rinunci o non utilizzi il permesso a costruire, oppure sia intervenuta la decadenza del titolo edilizio stesso, la P.A. ha l’obbligo di restituzione le somme in precedenza versate a titolo di contributo per oneri di urbanizzazione e costo di costruzione [2]. Di conseguenza, il privato può pretenderne la restituzione  [3], restituzione che deve avvenire anche con gli interessi al tasso legale (che decorrono dalla data di ricezione da parte dell’Amministrazione della prima richiesta di restituzione inviata dal cittadino).

Il T.A.R. ha precisato anche che il diritto alla restituzione degli importi sorge non solo come nel caso in di totale mancata realizzazione delle opere, ma anche nelle ipotesi in cui il permesso di costruire venga utilizzato solo parzialmente.

note

Articolo a cura dell’avv. FLORIANA BALDINO del foro di Trani (BT) esperta in diritto civile e tributario Per contatti scrivere a: florianabaldino@gmail.com oppure telefonare a 3491996463

 

[1] T.A.R. Sicilia, 18 gennaio 2013, n. 159

[2] Ex artt. 2033 o 2041 c.c.

[3]  Cons. di Stato, Sez. V, 2 febbraio 1988, n. 105;idem, 12 giugno 1995, n. 894; 23 giugno 2003, n. 3714; T.A.R. Lombardia, Milano, Sez. II, 24 marzo 2010, n. 728; T.A.R. Abruzzo, Pescara, Sez. I, 15 dicembre 2006, n. 890; T.A.R. Emilia Romagna, Parma, 7 aprile 1998, n. 149

Qualora, per qualsiasi ragione, non sia stata eseguita o non sia stata completata l’opera per la quale è stato richiesto e ottenuto un permesso a costruire, ci si può rivolgere al Comune e chiedere, con un’istanza, la restituzione degli oneri di urbanizzazione versati in precedenza per ottenere il permesso.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

4 Commenti

  1. buonasera, ho ottenuto il permesso a costruire che ho ritirato versando tutti gli oneri al comune, adesso per impedimenti tecnici ed economici non realizzerò più l’opera. come devo procedere per avere il rimborso di tutte le somme versate al comune? occorre agire tramite avvocato? grazie

  2. buongiorno abbiamo pagato la bucalossi al comune gia da 20 anni in una strada privata dove adesso si devono fare dei lavori di acque bianche e nere e il comune non vuole inervenire e giusto chiedere la restituzione della bucalossi

  3. Per la restituzione,leggendo l’articolo,è sufficiente presentare un’istanza di rimborso al comune e farla protocollare.Se non rispondono allora sì bisogna interpellare un legale,specialista in Diritto Amministrativo sarebbe preferibile ma non indispensabile.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI