Diritto e Fisco | Articoli

Cessione del quinto Inps

14 ottobre 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 ottobre 2018



Come funziona il prestito per pensionati con cessione del quinto dell’assegno: chi può richiederlo, come si calcolano le rate del finanziamento da restituire.

Sei un pensionato e hai bisogno di un piccolo finanziamento, ma non hai garanzie da offrire a banche e finanziarie? Forse non sai che puoi ottenere un prestito personale, anche senza immobili da offrire in garanzia, grazie alla cessione del quinto della pensione. Con la cessione del quinto, difatti, puoi estinguere il finanziamento con una trattenuta diretta sulla rata mensile del trattamento pensionistico. Ma a quanto corrisponde il quinto della pensione? Si considera l’assegno Inps al lordo o al netto? Calcolare il quinto della pensione non è particolarmente complesso, ma devi considerare che la quota cedibile della pensione non coincide sempre con la quinta parte dell’assegno, perché non si può scendere al di sotto della pensione minima. L’Inps, però, offre un aiuto a chi ha difficoltà con i calcoli, grazie ad un’apposita applicazione. Ma procediamo per ordine, e vediamo come funziona la cessione del quinto Inps: chi può beneficiarne, come chiedere il finanziamento, come si calcola la quota cedibile.

Che cos’è la cessione del quinto Inps?

La cessione del quinto Inps, o cessione del quinto della pensione, è una forma di prestito personale che il pensionato può ottenere da una banca, o una finanziaria, e rimborsare attraverso un addebito automatico, che l’Inps effettua sulla sua pensione.

Il prelievo non può superare un quinto dell’importo mensile della pensione, e non può ridurre l’assegno al di sotto del trattamento minimo.

Si può chiedere il prestito con cessione del quinto all’Inps?

Gli iscritti ad alcune gestioni previdenziali, come i dipendenti e i pensionati pubblici, delle Poste e della gestione magistrale, possono chiedere il finanziamento con cessione del quinto direttamente all’Inps, a condizioni molto convenienti.

Ne abbiamo parlato in: Come chiedere un prestito all’Inps.

Come funziona la cessione del quinto della pensione?

Il prestito con cessione del quinto della pensione deve essere richiesto dal pensionato, in possesso di comunicazione di cedibilità del trattamento, alla banca o alla società finanziaria prescelta (a meno che non si rientri tra le categorie di pensionati che possono beneficiare direttamente dei prestiti Inps). L’Inps provvede poi a versare la quota stabilita trattenendola direttamente dalla pensione.

La durata del contratto di prestito non può superare i dieci anni ed è obbligatoria la copertura assicurativa per il rischio di premorienza del titolare della pensione.

Per quali pensioni non può essere chiesta la cessione del quinto?

La cessione del quinto può essere chiesta su tutte le pensioni, ad eccezione dei seguenti trattamenti:

  • pensione sociale e assegno sociale;
  • pensione integrata al minimo
  • pensione d’invalidità civile;
  • pensione d’inabilità civile, o assegno mensile di assistenza per gli invalidi civili totali;
  • sussidi di sostegno al reddito;
  • assegni al nucleo familiare;
  • pensioni con contitolarità per la quota parte non di pertinenza del soggetto richiedente la cessione;
  • prestazioni di esodo.

Come si ottiene la cessione del quinto della pensione?

Per ottenere un prestito con cessione del quinto, il pensionato deve prima richiedere all’Inps la comunicazione di cedibilità della pensione: si tratta di un documento in cui viene indicato l’importo massimo della rata del prestito.

La quota cedibile può essere richiesta personalmente dal pensionato presso qualsiasi sede Inps, tramite patronato o telematicamente, e va consegnata alla banca o alla società finanziaria con la quale stipulare il contratto di finanziamento.

Nel caso in cui il pensionato, per la stipula del contratto, si rivolga ad una banca o a una finanziaria convenzionata con l’Inps, la comunicazione di cedibilità viene elaborata direttamente dalla banca o dalla finanziaria attraverso un collegamento telematico con l’istituto stesso. Normalmente, per i prestiti convenzionati i tassi di interesse applicati al contratto di finanziamento risultano più vantaggiosi.

Ancora più convenienti sono i prestiti erogati direttamente dall’Inps ai pensionati e ai dipendenti pubblici e delle Poste.

Come si calcola la cessione del quinto Inps?

Il pensionato, per rimborsare il prestito, come abbiamo osservato può cedere fino a un quinto della propria pensione: l’ammontare della rata ceduta dipende dall’importo del trattamento.

L’importo cedibile è calcolato al netto delle trattenute fiscali e previdenziali, in modo da non intaccare l’importo della pensione minima stabilito annualmente dalla legge (il trattamento minimo, per il 2018, è pari a 507,42 euro mensili). Per questo motivo i trattamenti pensionistici integrati al minimo non possono essere oggetto di cessione.

Nel caso il pensionato risulti titolare di più pensioni cedibili, il calcolo si effettua sull’importo totale delle pensioni percepite.

Vediamo, nel dettaglio, come si calcola la quota cedibile:

  • per prima cosa, bisogna dividere la pensione netta per 5, di modo da ottenere così il quinto della pensione.
  • il risultato ottenuto deve essere sottratto al valore della pensione netta;
  • la pensione netta decurtata del suo quinto deve essere quindi confrontata con il valore del trattamento minimo: se è maggiore del trattamento minimo, allora la quota cedibile corrisponde esattamente al quinto della pensione; se è minore, la quota cedibile corrisponde alla differenza tra pensione netta e trattamento minimo.

Esempi di calcolo cessione del quinto Inps

Facciamo degli esempi per capire meglio come calcolare la quota cedibile della pensione:

  • ipotizziamo che la pensione, al netto delle tasse, sia pari a 596,50 euro mensili;
  • il quinto della pensione è pari a 119,30 euro;
  • sottraendo il quinto dalla pensione, otteniamo un trattamento decurtato pari a 477,20 euro, che è inferiore alla pensione minima, pari a 507,42 euro per il 2018;
  • l’importo cedibile della pensione corrisponde allora alla differenza tra la pensione al netto delle tasse e la pensione minima, cioè a 89,08 euro (596,50-507,42).

Osserviamo, invece, un esempio di calcolo con una pensione più elevata:

  • ipotizziamo che la pensione, al netto delle tasse, sia pari a 900 euro mensili;
  • il quinto della pensione è pari a 180 euro;
  • sottraendo il quinto dalla pensione, otteniamo un trattamento decurtato pari a 720 euro, che è superiore alla pensione minima, pari a 507,42 euro per il 2018;
  • l’importo cedibile della pensione corrisponde allora al suo quinto, cioè a 180 euro.

Quota cedibile Inps

L’Inps, per facilitare il calcolo della quota cedibile, ha reso disponibile il servizio mobile «Quota cedibile pensione». Al servizio Quota cedibile pensione si può accedere con Pin, dopo aver scaricato dagli store l’app Inps Servizi Mobile per Iphone (con sistema operativo IOS) o per smartphone (con sistema operativo Android), oppure accedendo con altri dispositivi fissi o mobili al sito mobile m.inps.it.

La quota viene calcolata in base all’imponibile pensionistico e può mutare a seguito delle variazioni mensili di quest’ultimo. Ai fini del calcolo l’imponibile pensionistico va considerato al netto delle trattenute fiscali e previdenziali nonché delle altre trattenute aventi natura prioritaria, tenuto inoltre conto della salvaguardia del limite del trattamento minimo della pensione.

Quali sono le banche convenzionate con l’Inps?

Il servizio Quota cedibile propone anche la lista delle banche e degli istituti di credito che aderiscono alla convenzione con l’Inps, per la gestione di prestiti estinguibili a fronte della cessione del quinto della pensione a tassi controllati.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI