Business | Articoli

Libri scolastici: chi può richiedere le agevolazioni 2017-2018?

16 Agosto 2017


Libri scolastici: chi può richiedere le agevolazioni 2017-2018?

> Business Pubblicato il 16 Agosto 2017



Anche per l’anno scolastico 2017-2018 fornitura gratuita di libri di testo. Vediamo quali sono le risorse stanziate dallo Stato e per chi.

Il Miur ha pubblicato il decreto per la fornitura gratuita dei libri scolastici per gli alunni provenienti da una famiglia economicamente svantaggiata. Per tanto anche nell’ anno accademico 2017-2018 si potrà richiedere l’agevolazione. Inoltre il Sindacato Italiano Librai (Sil), proprio in questi giorni, ha smentito di un nuovo caro prezzi dei libri scolastici atteso per quest’anno: la spesa per l’acquisto dei libri scolastici sarà invariata rispetto agli anni scorsi e in media ammonterà a circa 300 euro per studente, almeno nel caso della scuola secondaria di II grado. Invece per le medie la spesa prevista per l’acquisto dei libri di testo è leggermente più bassa. Proprio per andare incontro alle esigenze delle famiglie meno abbienti con la pubblicazione del decreto dipartimentale [1], sono stati stanziati 32milioni di euro per la «Fornitura totale o parziale dei libri di testo per gli alunni meno abbienti», non solo per la scuola dell’obbligo ma anche per le secondarie superiori.

Chi ha diritto all’agevolazione libri scolastici?

Per rientrare nelle agevolazioni statali le famiglie devono avere un reddito imponibile netto inferiore ai 15.493,71 euro.

Saranno le singole Regioni, in base alle risorse assegnate dallo Stato, a redigere un piano per la distribuzione dei fondi ai Comuni, i quali a loro volta avranno dovranno redigere l’apposito bando rivolto alle famiglie.

Come si accede al contributo libri scolastici 2017?

Per conoscere le modalità con le quali i cittadini potranno accedere al contributo quindi ci sarà ancora da attendere; la pubblicazione del decreto del Miur, infatti, è solo il primo passo della procedura che porterà all’assegnazione dell’agevolazione alle famiglie meno abbienti. Le risorse sono assegnate in base al numero di famiglie meno abbienti che si trovano in ciascuna Regione: la Sicilia ha la maggior parte delle risorse, seguita da Calabria e Molise.

note

[1] Decreto Miur 781/2017.

Autore immagine: Pixabay.com


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA