Diritto e Fisco | Articoli

Quali sono le cause di incompatibilità per l’avvocato dopo la riforma?

14 Febbraio 2013


Quali sono le cause di incompatibilità per l’avvocato dopo la riforma?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 Febbraio 2013



Incompatibilità dell’avvocato: vietato l’esercizio di altre attività di lavoro autonomo, di imprese commerciali, la qualità di socio illimitatamente responsabile; ecco tutti i casi indicati dal CNF dopo la riforma dell’ordinamento forense.

Tra le f.a.q. pubblicate dal CNF nel proprio sito, uno spazio viene dedicato alle cause di incompatibilità per gli avvocati su cui la recente riforma forense è, ancora una volta, tornata a chiarire le singole ipotesi [1].

Viene ribadito che la professione di avvocato è incompatibile [2]:

a) con qualsiasi altra attività di lavoro autonomo svolta continuativamente o professionalmente. Sono escluse dal divieto solo le attività a carattere:

– scientifico

– letterario

– artistico

– culturale

b) con l’esercizio dell’attività di notaio;

c) con l’esercizio di qualsiasi attività di impresa commerciale, salvi incarichi di gestione e vigilanza nelle procedure concorsuali o in altre procedure relative a crisi di impresa;

d) con la qualità di socio illimitatamente responsabile o di amministratore di società di persone, aventi quale finalità l’esercizio di attività di impresa commerciale, in qualunque forma costituite, nonché con la qualità di amministratore unico o consigliere delegato di società di capitali, anche in forma cooperativa, nonché con la qualità di presidente di consiglio di amministrazione con poteri individuali di gestione”.

Sono previste delle eccezioni qualora l’oggetto della attività della società sia limitato esclusivamente all’amministrazione di beni, personali o familiari, nonché per gli enti e consorzi pubblici e per le società a capitale interamente pubblico;

e) con qualsiasi attività di lavoro subordinato anche se con orario di lavoro limitato.

Eccezioni

Sono previste delle eccezioni alle regole precedenti.

La legge infatti consente l’iscrizione nell’albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, nell’elenco dei pubblicisti e nel registro dei revisori contabili o nell’albo dei consulenti del lavoro [3].

Allo stesso tempo, escludendo dal suo ambito di applicazione gli avvocati già iscritti agli albi, la legge [4]:

a) consente l’esercizio della professione a docenti e ricercatori in materie giuridiche di università, scuole secondarie (pubbliche o private parificate), istituzioni ed enti di ricerca e sperimentazione pubblici [5];

b) richiede che docenti (professori ordinari e associati di ruolo) e ricercatori universitari a tempo pieno siano iscritti nell’elenco speciale, esercitando la professione nei limiti consentiti dall’ordinamento universitario [6];

c) fa salva l’iscrizione per gli avvocati che esercitano attività legale per conto degli enti pubblici [7].

note

[1] Legge n. 247/2012.

[2] Art. 18 Legge n. 247/2012.

[3] Art. 18, co. 1 lett. a.

[4] Art. 65, co. 3.

[5] Art. 19, co. 1.

[6] Art. 19, co. 2.

[7] Art. 23.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

7 Commenti

  1. Scusate la domanda stupida.. L’incompatibilità da ora sussiste quindi, anche per lavorare nell’ ufficio legale di un ente privato, un’azienda ad esempio, come legale interno? Se si è superato l’esame di abilitazione, ma ancora non si è iscritti all’albo, si deve scegliere alternativamente una delle due possibili strade?Grazie a chiunque voglia rispondere.

  2. A seguito della riforma, sussiste ancora l’incompatibilità tra attività forense e attività assicurativa?

  3. mi permetto a chiedervi,
    puo un (condomino avvocato),difendere l’amministratore contro un altro condomino, dello stesso condominio.perche quest’ultimo chiede le ricevute di pagamento delle detrazioni del 36% (dando solo un parziale ricevuta)
    c’e conflito di interesse
    o incompatibilita’. grazie aspetto un email

  4. Può un condomino avvocato, difendere l’amministrazione del condominio contro un altro condomino, parte lesa?

  5. Chiedo cortesemente conferma sulla “incompatibilità” dell’avvocato iscritto all’albo che contestualmente risulta iscritto negli elenchi dei ctu (tribunale civile) e perito (tribunale penale) nella qualità di grafologo forense.
    Ringrazio e saluto cordialmente

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI