Business | Articoli

Amiga: il ritorno sul mercato

18 Agosto 2017
Amiga: il ritorno sul mercato

La storica macchina di Commodore ritorna a far parlare di se grazie ad una scheda di accelerazione.

Amiga, uno degli home computer degli anni ’80 e ’90 più amati della storia dell’informatica, grazie ad Apollo Accelerators ritorna a nuova vita. Anzi per la fine dell’anno potrebbe persino tornare sul mercato. Il computer Commodore è stato uno dei primi Pc ad entrare basta dire che buona parte dei videogame entrati nella leggenda sono passati per questi circuiti, senza parlare del contributo dato a settori come la computer grafica e la programmazione. Si tratta di un mito che ancora oggi offre aggiornamenti e aiuti ai possessori. Proprio in questo senso lavora la società Apollo Accelerators: attiva da qualche anno, l’azienda al momento produce schede di accelerazione per chi un’Amiga «originale» ce l’ha ancora. Il loro prodotto di punta è ad oggi la Vampire V2, una scheda da aggiungere all’Amiga e ottenere prestazioni migliori simili a Pc di fascia non alta, ma adeguate.

Amiga: sinora emulato ma mai rimesso in vita

Altri tentativi erano stati fatti negli anni da appassionati dello storico computer ma erano tutti incentrati sullo sviluppo di emulatori. Un esempio su tutti è il progetto Armiga: un lettore per i vecchi floppy disk del computer di Commodore integrato con un componente sviluppato ad hoc per eseguire la decodifica dei dati dei floppy originali di Amiga.

Vampire V4: le caratteristiche tecniche per riportare in vita l’Amiga

Apollo Accelerators con la Vampire V4 punta al riutilizzo concreto dell’Amiga. Il cuore della scheda è costituita da un Fpga Altera Cyclone V A5, che farà le veci della Cpu Motorola montata sull’Amiga originale. Non mancheranno ben 512 Mb di memoria Ram, connettore FastIde, Ethernet, un paio di porte Usb e uno slot MicroSd. La scheda si alimenta tramite un connettore microUSB, e l’uscita video arriva a 720p al massimo.

Le specifiche tecniche includono indicazioni per i produttori di case e alloggiamenti e c’è da scommettere che ci sarà qualche variante identica, o almeno molto simile alla vecchia Amiga: chi ha un vecchio Amiga a casa, insomma, potrà semplicemente aprirlo, inserire la Vampire V4 e trovarsi con un Amiga di prossima generazione.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube