Lavoro e Concorsi | Articoli

Guadagnare da casa

1 ottobre 2018


Guadagnare da casa

> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 1 ottobre 2018



Una necessità per molti, uno sfizio per pochi. Tutti vorrebbero guadagnare stando comodamente seduti sul divano. Ma i mezzi ci sono? Sì. Qualcuno c’è. Vediamo quindi come arrotondare lo stipendio.

Vorresti guadagnare da casa standotene comodamente seduto in poltrona? Il tuo desiderio è arrotondare lo stipendio e concederti qualche “sfizietto” extra? Bene, la cosa non è facilissima – come spesso qualche video online ci fa credere – ma sappi che non è impossibile. Anzi, i sistemi ci sono e, come spesso accade, sono legati al mondo di Internet, un posto dove di certo le possibilità non mancano. Non sempre però tutti i servizi che si trovano in rete mantengono le loro promesse e, alcune volte, non vale la pena neanche provarli, visto che a fronte di un lavoro intenso ed estremamente lungo consentono di racimolare solo pochi spiccioli. La strada giusta per guadagnare da casa è capire quale servizio fa per te, quanto tempo libero hai a disposizione e come preferisci arrotondare lo stipendio o mettere da parte qualche euro. In altre parole, devi chiederti: quali strumenti funzionano davvero? Quali sono i vantaggi e quali gli svantaggi dei servizi presenti online?

Ad esempio lo sapevi che esiste un nuovo servizio che si chiama textplace.it che ti consente di guadagnare da casa scrivendo articoli per gli editori del web senza dover avere un tuo blog? In questo articolo ti forniremo tanti suggerimenti utili per aumentare il tuo reddito.

Cosa posso fare per guadagnare via Internet?

Per guadagnare da casa ci sono varie strade: si può vendere qualche oggetto usato, scrivere articoli su commissione, partecipare a sondaggi, vendere oggettistica fatta a mano, aprire un blog personale e sfruttare le pubblicità, aderire a uno o più programmi di affiliazione, aprire un’attività online, realizzare delle app, scrivere libri e tanto altro. Basta solo trovare il servizio web giusto e non farsi troppe illusioni. È bene ricordare infatti che il guadagno extra è quasi sempre proporzionato al tempo che si dedica al servizio scelto. Rimboccati le maniche quindi e, se dopo queste brevi premesse, hai ancora intenzione e voglia di guadagnare da casa con i mezzi che ti offre la rete – magari investendo il tempo e le energie necessarie a raggiungere gli obbiettivi che ti sei prefissato – inizia col seguire i suggerimenti che trovi nel corso di questo approfondimento. Tieni a mente, in ogni caso, che il cammino non sarà semplice e che nessuno ti regalerà nulla.

Come posso vendere gli oggetti realizzati a mano?

Se la tua passione è realizzare piccole opere d’artigianato o semplici oggetti fatti a mano, allora rivolgiti ad Etsy, un servizio Web noto in tutto in mondo che offre agli utenti registrati sulla piattaforma l’occasione di aprire un negozio virtuale. Gli articoli che Etsy ti consente di vendere sono molteplici: giocattoli in legno, sciarpe, coperte lavorate a mano, accessori per cerimonie, bigiotteria e perfino prodotti vintage. Attenzione però, la vendita su Etsy non si svolge in modo totalmente gratuito: per ciascuna inserzione l’utente – hobbista dovrà infatti corrispondere 0,16 euro, più una commissione sulla somma di vendita da sborsare al sito, che ammonta al 3,5%, a cui addizionare anche il 4% + 0,30 euro per la gestione del pagamento. Stiamo parlando di piccole cifre, specialmente se paragonate a quanto si può teoricamente guadagnare da casa, ma che vanno comunque tenute comunque in considerazione. L’iscrizione ad Etsy è totalmente gratuita: ti basterà compilare un modulo di registrazione o accedere tramite il tuo profilo Facebook. L’indirizzo al quale collegarti è www.etsy.com.

Si guadagna con le aste online?

Se hai in casa degli oggetti che non usi più, puoi sempre decidere di venderli rivolgendoti a due portali famosissimi: Subito.it e Kijiji. Entrambi i siti funzionano come i vecchi annunci di vendita riportati sulle pubblicazioni cartacee. Gli indirizzi da digitare sono www.subito.it e www.kijiji.it. Merita di essere menzionato, in questo contesto, anche eBay, lo storico portale dedicato alle aste online mediante il quale puoi vendere gli oggetti che non usi più sfruttando il collaudato sistema all’incanto o impostando l’opzione di acquisto immediato “Compralo Subito”. Dietro il pagamento di una piccola tariffa, eBay offre anche l’opportunità di aprire un proprio negozio virtuale: una vetrina online dove è possibile caricare gli articoli che si desiderano. In pochi passi puoi personalizzare il layout in base alle tue esigenze e iniziare a vendere. L’indirizzo è www.ebay.it. Un altro metodo per guadagnare da casa è affidarsi a Facebook, visto che il social network di Zuckerberg consente di pubblicare degli annunci di vendita sia nel Marketplace, la sua sezione dedicata, che nei gruppi e nelle pagine. La soluzione più gettonata è senza dubbio la prima, anche se la vendita è consentita solo ai maggiorenni. Per pubblicare un annuncio basta installare sullo smartphone o sul tablet l’applicazione di Facebook, la stessa che adoperi per accedere al social network. Avviata l’app, tappa sull’icona del negozio presente nel menu in basso e, successivamente, seleziona la voce “Cosa vendi?”. Scegli, quindi, una delle voci tra “Articoli in vendita”, “Veicoli in vendita”, “Alloggi in affitto/vendita” e “Offerte di lavoro” dal menu che appare. Imposta prezzo, luogo e descrizione e, una volta terminato di compilare tutti i campi, pubblica l’annuncio.

Come vendere contenuti via Internet?

Puoi guadagnare da casa scrivendo, soprattutto se sei è un amante della scrittura o, comunque, ti piace scrivere articoli e recensioni. Uno dei metodi per guadagnare scrivendo è quello di utilizzare i cosiddetti content marketplace, portali che offrono l’opportunità agli utenti di redigere articoli per conto di altri utenti. Uno tra i più noti ed utilizzati content marketplace è Melascrivi. L’inscrizione è gratuita e il sistema di funzionamento è molto semplice: effettuata la registrazione, ti verrà richiesto di scrivere un primo articolo di prova al fine di verificare le tue competenze e incominciare, così, il tuo cammino da redattore. Da questo momento in poi puoi accedere alla lista dei titoli degli articoli richiesti dai vari editori e scegliere quello che fa al caso tuo. Gli argomenti spaziano dall’economia allo sport e dal gossip allo spettacolo. Scelto l’articolo di cui ti vuoi occupare, devi prendere visione delle linee guida dettate dal tuo committente e redigere il tuo scritto nel miglior modo possibile. Non appena chi ha richiesto l’articolo approverà il tuo lavoro riceverai il compenso per quanto svolto. Il corrispettivo varia in base al numero di caratteri e alla qualità che Melascrivi ti ha assegnato quando ti sei registrato. In media, il compenso per un articolo di 300 parole si aggira tra i 4 e i 6 euro. Non saranno certo grandi cifre, ma è comunque qualcosa; senza contare che questo sistema è un ottimo metodo per impratichirsi nella scrittura. Naturalmente, non hai alcun diritto sui testi che consegni: l’autore può utilizzarli come meglio ritiene. L’indirizzo è www.melascrivi.com. Un altro marketplace noto è 020, del Gruppo Banzai. Rispetto a Melascrivi, su 020 chi ti commissiona l’articolo è lo stesso portale, che pubblica gli scritti degli utenti sulle varie testate del Gruppo; testate online come: “Lavoro e finanza”, “fai da te Mania” o “Essere Sani”. Su 020 per guadagnare da casa puoi scrivere delle liste o delle guide e, per farlo, hai a disposizione un lasso di tempo che ti viene indicato dal sistema. Il sito 020 permette di prenotare solo un certo numero di articoli: per riservarne altri devi prima terminare quelli presi in carico, che devono essere anche approvati dallo stesso Gruppo Banzai. L’indirizzo è www.o2o.it. Altri portali dello stesso genere sono Great Content (www.greatcontent.com) e Textplace (www.textplace.it). Quest’ultimo, in particolare, nato da poco, ti consente guadagnare da casa scrivendo approfondimenti di svariato genere: scientifici, sociali, tecnologici, relativi all’arte, al diritto ecc. Insomma, con una buona dose di flessibilità. Si viene pagati ogni fine mese e si scrive in base alle proprie disponibilità di tempo. Se ti piace scrivere dei romanzi o dei racconti, vuoi farti conoscere come scrittore e allo stesso tempo guadagnare da casa qualche euro, sappi che esistono dei portali che ti consentono di vendere la tua opera direttamente tramite Internet. In questo caso, hai due alternative: rivolgere la tua attenzione verso Amazon o scegliere il cosiddetto print on demand, il servizio di stampa che prevede la realizzazione di un libro dietro ordinazione anche di una singola copia. Stiamo parlando di servizi come Lulù (www.lulu.com) o Il Mio Libro (https://ilmiolibro.kataweb.it). Entrambi ti danno l’opportunità di impaginare il tuo manoscritto, di realizzare una copertina e di vendere il libro in formato ebook o cartaceo.

Come ricevere bonus e premi via Internet?

È possibile guadagnare da casa rispondendo a dei semplici sondaggi. I più celebri e attendibili siti che offrono questa possibilità, in modo totalmente gratuito per l’utente, sono: American Consumer Opinion (www.acop.com), MySurvey (https://it.mysurvey.com) e Toluna (https://it.toluna.com). Quest’ultimo consente, ad esempio, dietro la compilazione di questionari di varia natura e lunghezza, di ricevere dei piccoli premi o dei buoni da spendere su Internet. Una volta iscritto puoi accettare di rispondere a diversi sondaggi che, una volta completati, ti faranno assegnare un punteggio finale. Questo punteggio si andrà a sommare agli altri punti ottenuti, fino ad arrivare al numero che ti occorre per ricevere i piccoli premi messi in palio da Toluna, oppure ottenere dei bonus da spendere su Amazon o su altre piattaforme o aziende aderenti. Toluna ti dà anche la possibilità di partecipare a una lotteria giornaliera per vincere dei punti o essere pagato con un compenso di 25 euro tramite PayPal.

Come vendere foto online?

La vendita di foto è un altro sistema molto in voga per guadagnare da casa qualche euro, soprattutto con la grande diffusione delle reflex digitali. Vendere foto significa, prima di tutto, cedere i diritti di utilizzo dei propri scatti a terzi in cambio di una cifra stabilita. In ogni caso, il proprietario della foto rimani tu che l’hai scattata. Principalmente, della vendita di foto online si occupano delle agenzie apposite, che hanno dalla loro grossi archivi pieni di scatti. Chi vuole collaborare non deve far altro che registrarsi, accettare le condizioni dettate dal portale e inviare i propri lavori. Le agenzie valutano le foto e le mettono in vendita. All’autore spetta un compenso mensile calcolato in base al numero di scatti venduti. Tecnicamente, le agenzie che consentono la vendita delle foto agli utenti si dividono in “microstock” o “macrostock”: le prime distribuiscono generalmente gli scatti sotto licenza Royalty-free, un tipo di licenza che consente l’utilizzo di una risorsa con limitate restrizioni sul suo utilizzo e pagando una cifra contenuta; le seconde invece vendono solitamente con licenza Right-Managed, che permette all’acquirente un utilizzo dell’immagine circoscritto a un periodo e una tiratura limitati. Le più famose sono: italiano.istockphoto.com, shutterstock.com, it.fotolia.com e it.123rf.com. Oltre alle agenzie citate sopra hai anche la possibilità vendere le foto direttamente dal tuo sito. Ovviamente, le cose però non sono semplici come rivolgersi a un’agenzia. Prima di tutto hai bisogno di un sito e, quindi, di spazio enorme sul Web dove caricare le tue foto. In altre parole, devi sottoscrivere un abbonamento con un hosting e creare, o farti creare, un e-commerce per gestire le vendite. Fortunatamente, esiste anche una terza possibilità: vendere le tue foto senza appoggiarti ad agenzia e senza spendere una fortuna per uno spazio e per uno sviluppatore web che ti costruisca il sito (se non sei in grado di farlo da solo). Ci sono siti come bluemelon.com che, in cambio di un piccolo abbonamento annuale, consentono di dar vita ad un portfolio online in maniera semplice e veloce, con tanto di e-commerce integrato. Praticamente, puoi vendere le foto per conto tuo a costo decisamente contenuto.

Come trovare lavoretti via Internet?

Continuando la carrellata di servizi che ti consentono di guadagnare da casa, sono da citare i portali che ti permettono di racimolare qualcosa svolgendo servizi ad aziende e privati o facendo dei piccoli lavoretti su commissione, come riparare computer, occuparsi di grafica, creare siti web, fare traduzioni e tanto altro. Novee – marketplace ti permette, ad esempio, di guadagnare 9,99 euro per ogni servizio prestato. L’indirizzo a cui riferirsi è http://novee.it/.

Si può guadagnare da casa con un blog?

Gestire un blog che parli di cucina, di calcio, di moda o di tutto quello che ami veramente, è una delle strade più battute che consente di guadagnare da casa cifre anche più che dignitose. Certo, i risultati non arrivano subito, ma mettendoci passione e dedicandoci del tempo, il tuo diario online potrebbe raggiungere un numero di visite importante, tale da farti guadagnare un bel gruzzolo. I sistemi che ti consentono di guadagnare da casa, se implementati su un blog, sono diversi. I più utilizzati sono però due: i programmi di monetizzazione e le affiliazioni. Il più noto è senza dubbio il programma di monetizzazione realizzato da Google, AdSense. Grazie a quest’ultimo puoi monetizzare i contenuti del tuo blog o del tuo sito ricorrendo semplicemente all’introduzione di banner pubblicitari nelle tue pagine. Google Adsense ti permette infatti di incassare qualche centesimo ad ogni clic o a ogni visualizzazione sulle proprie pubblicità. Ciò che devi fare è ottenere più visite possibili, in modo da aumentare le probabilità che gli utenti clicclino appunto sui banner. Il programma di affiliazione più utilizzato è invece quello del colosso dell’e-commerce Amazon.  Il sistema funziona mediante l’inserimento, nei propri articoli, di link di rimando allo store online; per ogni acquisto, Amazon ti riconoscerà una percentuale sul venduto.

App, YouTube e tanto altro

Parlando di sistemi che ti consentono di guadagnare da casa non si può non accennare alla possibilità di pubblicare video su YouTube o a quella di realizzare app da vendere attraverso gli store ufficiali. Se sei bravo con la programmazione puoi infatti provare a realizzare una tua applicazione da diffondere attraverso il Play Store di Google e l’App Store di Apple. Certo, non è una cosa facile raggiungere il successo in questo modo ma, se l’idea è quella giusta, potresti anche sfondare. Che dire poi del metodo di aprire un tuo canale personale su YouTube, inserendo dei banner pubblicitari sui video? Per farlo devi rispettare determinati requisiti e, come nel caso di Adsense, avere un discreto numero di fan, ma niente è impossibile. Bene, ora che conosci gran parte delle possibilità offerte dal Web, guadagnare da casa non dovrebbe più sembrarti un’impresa titanica. Di sicuro avrai capito che non è una strada in pianura, ma – come abbiamo detto più volte – gli strumenti ci sono, basta solo trovare quello che più si addice alla tua personalità, alle tue passioni e alla quantità di tempo che hai a disposizione.

Devi trovare il servizio che fa al caso tuo e, con un po’ di tenacia e un pizzico di fortuna (che non guasta mai), racimolerai un bel gruzzoletto.

Di DENISE GROSSO


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI