Tech | Articoli

Come ritrovare il pin smarrito

24 novembre 2018


Come ritrovare il pin smarrito

> Tech Pubblicato il 24 novembre 2018



Smarrimento del pin: consigli utili su come rinvenire il codice di sblocco della scheda sim smarrito e come riattivare lo smartphone. Le misure di sicurezza alternative all’uso del codice pin.

Almeno una volta nella vita è capitato a tutti di smarrire il codice pin della scheda telefonica del nostro smartphone, rendendolo di fatto inutilizzabile. Tutti noi ci siamo scervellati per ricordare questa “diabolica” sequenza numerica, a volte riuscendo nel nostro intento, altre volte, ahimè, peggiorando la situazione. In questo breve articolo cercherò di spiegarti come ritrovare il pin smarrito, partendo proprio dall’analisi di questo codice, per poi illustrarti delle metodologie di bloccaggio del telefono più affidabili e meno invasive. Nulla di trascendentale, ma qualche dritta fa sempre comodo. In ogni caso ti anticipo che la perdita del pin non comporta nulla di irreparabile e in un modo o nell’altro riuscirai comunque a ritornare in possesso di tutte le funzionalità del tuo smartphone.

Cos’è il codice Pin?

Quando necessitiamo di una scheda telefonica da inserire all’interno del nostro smartphone per effettuare e ricevere chiamate telefoniche e per utilizzare la connessione dati (internet), la prima cosa che facciamo è cercare le offerte economiche più vantaggiose.

Oggi, ad esempio, la stragrande maggioranza degli operatori offrono dei piani mensili che comprendono la possibilità di fruire di un tot. di minuti di telefonate, messaggi di testo e gigabyte di connessione dati a fronte di un canone mensile di qualche euro. Scelto l’operatore, ci rechiamo presso il negozio per acquistare la scheda sim. Al momento dell’acquisto ci viene fornita una tessera all’interno della quale è presente la nostra scheda sim in diversi formati (microsim/minisim/nanosim) in base allo smartphone di cui siamo in possesso.

Orbene, nella parte esterna di questa tessera troveremo un codice, denominato codice pin, predeterminato dall’azienda produttrice della scheda telefonica. Una volta inserita la scheda all’interno del nostro telefonino, sul display comparirà una schermata ove ci verrà richiesto l’inserimento del codice Pin per poter utilizzare i servizi telefonici. Non appena questo verrà correttamente inserito, sarà possibile fruire di tutte le funzionalità della scheda e dell’offerta telefonica acquistata. Alla luce di quanto appena esposto quindi il codice pin non è altro che una sequenza numerica elaborata per motivi di sicurezza, ovvero per non permettere a terzi l’utilizzo improprio della scheda telefonica.

Conseguenze in caso di smarrimento del codice Pin

Capita sovente di non ricordare la sequenza numerica del codice Pin. In questi casi come bisogna procedere? Innanzitutto è bene che tu sappia che il mancato inserimento del codice Pin non inibisce tutte le funzionalità del tuo smartphone.

In particolare senza il codice Pin non potrai effettuare e ricevere telefonate e non potrai utilizzare il traffico dati (internet) della tua scheda telefonica. Insomma, essendo il codice Pin uno strumento di sicurezza della scheda sim e non del telefono, ti saranno precluse tutte quelle azioni ricollegabili alla scheda telefonica.

In soldoni ciò significa che sarai libero di utilizzare tutte le altre funzionalità del telefono, come connetterti ad una rete Wifi e navigare su internet e quindi anche chattare su WhatsApp, postare foto su Instagram o commentare lo stato dei tuoi amici su Facebook. Se però hai la necessità di effettuare una chiamata urgente, avrai bisogno di recuperare il tuo codice Pin. Ebbene non disperare.

Ricordi quando ti ho detto che al momento dell’acquisto della scheda Sim ti viene consegnata una tessera? Ecco, sulla parte esterna della tessere troverai il codice Pin che potrai inserire all’interno del telefono per sbloccarlo. Attenzione però che se inserirai un codice pin errato per tre volte consecutive, il telefono si bloccherà e non potrai utilizzare alcuna funzionalità. Qualora ti trovassi in questa situazione dovrai recuperare ed inserire un altro codice, denominato codice puk. Tale codice è indicato nella parte esterna della tessera di cui ti parlavo proprio accanto al codice Pin.

Tramite queste semplici procedure sarai in grado di sbloccare il tuo telefono e di utilizzarlo nuovamente appieno. Il mio consiglio quindi è quello di portare sempre con te la tessera ove sono indicati sia il codice pin che il codice puk, in modo tale che in caso di necessità ed ovunque ti trovi avrai la possibilità di ripristinare tutte le funzionalità del tuo smartphone.

Vi è da dire inoltre che l’utente ha sempre la possibilità di modificare il codice Pin, magari trasformandolo in una sequenza numerica a lui più congeniale e familiare, come la propria data di nascita o di altri eventi che rivestono una particolare importanza. In tal caso dovrai avere l’accortezza di riportare tale modifica nella tessera, così facendo potrai sempre recuperarlo in caso di dimenticanza.

Qualora però non avessi provveduto ad appuntarti la modifica del codice Pin avrai un’unica alternativa: inserire il codice pin errato per tre volte, per poi sbloccare il telefonino tramite l’inserimento del codice puk. Tale codice infatti non è modificabile, pertanto dovrai portarlo sempre con te in caso di necessità.

E’ possibile disattivare il codice Pin?

Come anticipato poc’anzi il codice Pin consiste in una sequenza numerica predeterminata dal tuo operatore telefonico per ragioni di sicurezza. Ciò però non vuol dire che tu debba utilizzarlo per forza. Potrai infatti decidere di disabilitare la funzione di sicurezza del codice Pin, qualora non volessi incappare in problemi di bloccaggio del tuo smartphone in caso di dimenticanza. Nulla di più semplice. All’interno delle impostazioni del tuo dispositivo troverai la voce “Pin e codici di sicurezza” o similari. All’interno di questo menù avrai la possibilità di disattivare il codice Pin. In tal caso il tuo telefonino prima di procedere ti chiederà per l’ultima volta l’inserimento del codice Pin.

Eseguita tale operazione, quando riaccenderai il tuo smarphone, non ti verrà più chiesto l’inserimento del codice di sicruezza e potrai utilizzare in piena libertà tutte le funzionalità del tuo dispositivo telefonico.

Esistono misure di sicurezza alternative al codice Pin?

E’ chiaro che la disattivazione del codice Pin, se da un lato facilita la vita del fruitore del telefono che non dovrà più ricordarsi tale codice e rischiare di bloccare lo smarphone in caso di una reiterata dimenticanza, dall’altro rende lo smartphone molto più accessibile. Infatti, qualora dovessi smarrire il tuo telefono, un terzo potrebbe utilizzarlo senza nessun tipo di problema, magari addebitandoti i costi di eventuali chiamate a pagamento o  per l’utilizzo di internet extra soglia. In realtà esistono dei metodi molto più sicuri e meno invasivi del codice Pin che non necessitano che tu debba ricordare delle improbabili sequenze numeriche.

Se sei in possesso di uno smartphone di ultima generazione (già ormai da qualche anno tale funzione è disponibile sulla stragrande maggioranza dei telefoni) infatti potrai rendere il tuo telefono più sicuro attivando l’opzione di riconoscimento dell’impronta digitale. Il suo funzionamento è davvero semplice. In pratica dovrai accedere all’interno del menu “impostazioni” e cercare il sotto menù “impronta digitale” o similari. Una volta entrato dovrai attivare l’opzione. A questo punto il sistema operativo del tuo smartphone ti chiederà di poggiare il polpastrello di una delle dita della mano affinché registri e riconosca la tua impronta digitale.

Probabilmente dovrai eseguire tale operazione diverse volte, sia per fare in modo che la tua impronta sia registrata per intero, sia per registrare diverse impronte.

Nella maggior parte dei casi infatti consiglio di registrare più impronte digitali, ad esempio i due indici di entrambe le mani, così da avere maggiori possibilità di sblocco del telefono. Una volta completata l’operazione suddetta sarai in grado di sbloccare il tuo smartphone semplicemente poggiando il polpastrello interessato nello slot di riconoscimento dell’impronta digitale del tuo smartphone ed il gioco è fatto.

Ipotesi particolari in cui il codice Pin va disattivato necessariamente

Esistono alcuni casi in cui il codice di sicurezza Pin deve essere necessariamente disattivato prima di inserire la scheda telefonica nel dispositivo. Si tratta dei casi in cui la tessera telefonica deve essere utilizzata non all’interno di uno smartphone, bensì in una centralina dell’antifurto. Tale dispositivo infatti non è accessibile con il tastierino del telefono e, nell’ipotesi di infrazione da parte di un terzo malintenzionato che volesse accedere furtivamente nel tuo appartamento, dovrà accedere alla scheda telefonica per inviare un messaggio o effettuare una chiamata di allarme preregistrata ai numeri che l’installatore ha predefinito.

La stragrande maggioranza dei sistemi di sorveglianza e antifurto moderni infatti sono dotati di un ripetitore telefonico che si attiva in caso di infrazione e che, previa corretta istallazione, avvertirà tramite telefonata o messaggio un determinato numero di telefono. Per fare ciò però sarà indispensabile disattivare preventivamente il codice Pin della scheda telefonica. Per facilitare tale operazione ti consiglio di procedere in questa maniera. Recati presso il rivenditore prescelto e fagli presente che vuoi acquistare una schede sim da inserire all’interno dell’antifurto. A questo punto lo stesso operatore ti potrà agevolare disattivando direttamente dal suo terminale il codice pin della scheda.

In tal modo non dovrai fare altro che consegnare la scheda telefonica al tuo installatore di fiducia, il quale inserirà la scheda sim all’interno della centralina dell’antifurto, che sarà così in grado di funzionare regolarmente. Si tratta di ipotesi particolari ma che al giorno d’oggi sono abbastanza ricorrenti, pertanto reputo fondamentale che tu conosca anche tale prassi così da non trovarti impreparato in caso di necessità.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI