Food | Articoli

Come cucinare spaghetti per oltre 12 persone

19 Ottobre 2018


Come cucinare spaghetti per oltre 12 persone

> Food Pubblicato il 19 Ottobre 2018



Spaghetti per tutti: come cucinare in una cucina piccola per più di 12 persone, organizzare la ricetta con trucchi per spaghetti perfetti, tre idee veloci di spaghetti per stupire gli ospiti.

Ami la spaghettata di mezzanotte con gli amici? Hai una famiglia numerosa che fa improvvisate per il pranzo della domenica? O semplicemente sei una mamma o un papà che fa da cuciniere al campo estivo dei tuoi ragazzi? Se ti sei mai trovato in una di queste situazioni o altre molto simili è probabile che il risultato non sia stato quello sperato ma piuttosto un pasticcio da dimenticare. Non ti preoccupare, con le mie spiegazioni scoprirai che ci sono pochi e semplici passaggi per cucinare gli spaghetti perfetti,anche se pensi che per te è sempre stato un problema capire come cucinare spaghetti per oltre 12 persone soprattutto in una cucina dalle dimensioni normali e con le tue solite pentole e padelle. Da oggi dirai per sempre addio alla palla di spaghetti collosi e stracotti, o a quegli untissimi e insipidi vermicelli che i tuoi ospiti vorrebbero dimenticare, al contrario li stupirai con ricette originali di spaghetti veloci. Cucinare per oltre dodici persone è difficile di per sé come scopriamo ad ogni Natale, compleanno o scampagnata. Ma se in queste occasioni troviamo una soluzione semplice con lasagne, cannelloni e insalate di pasta, così non può essere con gli spaghetti che devono essere cucinati sul momento, mantenere una cottura al dente ed essere serviti caldi ai nostri commensali. Vediamo insieme come procedere in pochi semplici passaggi.

Organizzazione di tempi e spazi

Sembrerà scontato ma la prima cosa da fare è organizzare il proprio spazio di lavoro e i propri strumenti. Se le sole pentole che hai a disposizione sono quelle che utilizzi nella quotidianità, saprai già che non sono abbastanza capienti per contenere la pasta necessaria per 12 piatti e oltre, inoltre cuocere più di un kg di pasta in una sola pentola porterebbe a un eccesso di amido che li renderebbe indigesti e poco gradevoli al gusto.

La soluzione è semplice: utilizza due pentole di dimensioni medie (preferibilmente di forma cilindrica), ma non dimenticare di portare l’acqua a bollore con tempi differenti, sfasati di almeno qualche minuto così da permetterti di condire gli spaghetti della prima pentola nel frattempo che le altre porzioni terminano la loro cottura. Sarà importante che tu utilizzi anche due differenti recipienti così da non mischiare tra di loro paste che potrebbero avere qualche differenza di cottura.

Preparare prima il condimento sembrerà un suggerimento scontato ma nell’improvvisare la spaghettata potresti confonderti e procedere senza grande organizzazione. Perciò decidi quale ricetta vuoi realizzare, cerca gli ingredienti e pensa a quanto tempo ci vuole per completarla; organizza mentalmente la procedura e ricordati che quando calerai gli spaghetti in pentola il tuo condimento dovrà essere già pronto ed eventualmente diviso in più padelle e/o recipienti.

Calcola quanti spaghetti cuocere: 80 gr a testa è la porzione normale (circa 1 kg di pasta per 12 persone), ma se dovessi optare per una semplice aglio olio e peperoncino ti consiglio di pensare a 100 grammi a testa per saziare a dovere i tuoi ospiti.

La spesa perfetta e la dispensa intelligente

La prima cosa da acquistare sono i nostri spaghetti ma ricordati che è importante utilizzare una pasta di ottima qualità che permetterà di mantenere una cottura ottimale senza scuocere durante le operazioni di condimento che si svolgeranno necessariamente in tempi più lunghi del solito.

Nella tua riserva non devono mancare teglie e ciotole di una certa grandezza che converrà avere a portata di mano per non essere costretti a usare tanti recipienti diversi tra di loro e di dimensioni non adeguate. Così i vostri spaghetti avranno tutti la stessa temperatura e poi ricordiamoci che anche l’occhio vuole la sua parte.

Quando la prossima estate preparerai il pesto pensa che in congelatore potresti trovare una soluzione semplice e veloce alla tua spaghettata. Utilizza una vaschetta per il ghiaccio e ricordati che ogni cubetto di pesto corrisponde al condimento preciso per una porzione, quindi al momento opportuno dovrai tirar fuori solo i cubetti di pesto necessari per i tuoi ospiti più uno per la pentola.

In commercio troverai anche le bustine con i mix di spezie pronte all’uso, queste “spaghettate pronte” devono solo essere reidratate per pochi minuti in padella con acqua e olio e saranno subito pronte. Ti consiglio di tenerle in dispensa perché si conservano anche per lunghi periodi di tempo ma non dimenticare di provare quale mix, marca e qualità ti convince di più.

Tutti i trucchi

Se non hai la bilancia da cucina a portata di mano o sei fuori casa e non sai come stabilire le porzioni non temere, anche per misurare gli spaghetti esistono semplici trucchetti. Misurare gli spaghetti con una bottiglia: Prendi una bottiglietta o una bottiglia di plastica vuota, inserisci tanti spaghetti quanti ne entrano nel collo senza spingerli fino al fondo e voilà, quella che hai misurato è 1 porzione di spaghetti, non ti resta che procedere con le altre. E se proprio non hai una bottiglia vuota ricordati che il tappo ha le stesse dimensioni dello collo della bottiglia e puoi utilizzare anche quello per porzionare alla perfezione. Quando tutto manca ricordati che puoi dosare gli spaghetti con una moneta da un euro, cerca in tasca o in borsa e utilizzala come il tappo della bottiglia.

Un ottimo accorgimento è anche quello di aggiungere dell’olio nell’acqua di cottura, esattamente come si fa con gli gnocchi, poiché l’olio nel momento in cui scolerai la pasta rimarrà sugli spaghetti e non permetterà che si attacchino formando la temutissima palla.

Un altro accorgimento sarà quello di utilizzare un condimento poco voluminoso che perciò sarà agevolmente organizzabile in una padella di piccole dimensioni come quelle che usi ogni giorno, ma non dimenticare di tenere da parte una tazza di acqua di cottura per allungare il tuo condimento se dovesse risultare insufficiente per amalgamare bene tutta la pasta.

Ma se proprio non hai condimento in abbondanza per tutta la pasta che intendi servire potrai sempre realizzare due diverse ciotole con ad esempio due condimenti differenti. In questo modo ciascuno dei commensali potrà assaggiare le due versioni dei tuoi spaghetti rimanendo soddisfatto e avendo per di più la sensazione di aver mangiato non uno ma ben due piatti di deliziosi spaghetti!

Un altro trucco che posso consigliarti come ultima alternativa è la precottura. Non ti spaventare, non è complicata come pensi e se ben fatta i tuoi ospiti non si accorgeranno minimamente della differenza. Puoi utilizzare questa tecnica quando saprai in anticipo di avere ospiti ma non sarai a casa prima che arrivino, e puoi preparare i tuoi spaghetti precotti fino a 24/48 ore prima di servirli.

Dopo aver portato a bollore l’acqua salata, versa gli spaghetti (meglio i formati con cotture più lunghe da 10/12/14 minuti) e falli cuocere per la metà esatta del tempo di cottura riportato sulla confezione, passato il tempo corretto scola la pasta e ferma la cottura passandola sotto il getto di acqua fredda del rubinetto per qualche decina di secondi. A questo punto ponili in un recipiente e condiscili con semplice olio extravergine d’oliva e conservali in frigo fino a quando non ti serviranno.

Ora potrai rivitalizzarli con qualche mestolo di acqua bollente salata da utilizzare in padella insieme al sugo o al composto per condire. Controlla la salatura e attendi che l’acqua in eccesso si sia asciugata, se lo spaghetto non è troppo al dente il tuo piatto è pronto, altrimenti aggiungi altra acqua e mescola delicatamente fino a cottura ultimata.

Tre ricette di spaghetti più o meno veloci

Ti illustrerò tre ricette di spaghettate per 12 persone da preparare con una certa facilità ma con tempistiche differenti.

Spaghetti aglio e olio plus

Ingredienti:

  • 1 kg di spaghetti;
  • 12 cucchiai di olio;
  • 4 spicchi di aglio.

Prima variante:

  • 2 peperoncini;
  • 12 filetti di alici sott’olio;
  • 12 cucchiai di pangrattato abbrustolito.

Mentre i tuoi spaghetti sono in cottura e seguendo le linee guida sopra illustrate, in una padella fai rosolare gli spicchi di aglio e il peperoncino, aggiungi le alici sott’olio fino a che si saranno quasi completamente disciolte nell’olio e quando gli spaghetti saranno al dente gettali in padella e dopo averli mescolati finisci il piatto una manciata di pan grattato che renderà rustico e divertente questo piatto.

Seconda variante:

  • zenzero in polvere q.b.;
  • due limoni.

Fai rosolare gli spicchi d’aglio nell’olio e spegni il fuoco. Quando la pasta sarà al dente gettala in padella e aggiungi qualche cucchiaino di zenzero in polvere in base ai tuoi gusti, gira e lascia insaporire, finisci il piatto con una grattuggiata di scorza di limone fresco e stupisci i tuoi ospiti con un gusto frizzante e leggermente esotico.

Spaghetti crema di formaggi allo zafferano

Ingredienti:

  • 1 kg di spaghetti;
  • 3 brick di panna;
  • 300gr di formaggi misti;
  • 3 bustine di zafferano;
  • latte q.b.;
  • coriandolo fresco.

Questa ricetta richiede tempi leggermente più lunghi, ma la potrai realizzare nello stesso tempo necessario a far bollire l’acqua e cuocere gli spaghetti. Dopo aver posizionato l’acqua per la pasta sui fornelli realizza una fonduta in un tegame procedendo cosi: scalda un po’ di latte al quale aggiungerai la panna e i formaggi precedentemente tagliati a cubetti, utilizza qualunque tipo di formaggio hai in frigorifero ma procedi aggiungendo prima i più duri e dopo i più morbidi. Quando la fonduta avrà una consistenza omogenea e vellutata aggiungi lo zafferano e finisci gli spaghetti con una spruzzata di coriandolo fresco o in alternativa prezzemolo tritato.

Ricordati di tenere un po’ di acqua di cottura per rendere più morbida la salsa se fosse necessario e di servire velocemente i piatti perché tenderanno ad asciugarsi velocemente. Spero che questi consigli e idee ti siano stati utili ma adesso sappi che le invasioni di casa da parte dei tuoi ospiti saranno molto più frequenti!


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI