Diritto e Fisco | Articoli

Elezioni: i programmi elettorali dei partiti sul lavoro

18 Febbraio 2013


Elezioni: i programmi elettorali dei partiti sul lavoro

> Diritto e Fisco Pubblicato il 18 Febbraio 2013



Elezioni 2013: le politiche di sostegno al lavoro e all’occupazione differenziano i programmi elettorali dei vari partiti.

Mai come nell’ambito delle politiche del lavoro, i programmi elettorali sono vaghi, generici e non individuano un’azione precisa. I partiti hanno riempito le loro carte con frasi generiche come “contrasto al precariato”, “riduzione del cuneo fiscale”, “lotta alla disoccupazione”, ecc. Nessuno però, salvo rari punti, ha anticipato le scelte normative che intende compiere.

In occasione delle prossime elezioni politiche, la nostra redazione ha confrontato i programmi elettorali non per partiti, ma per argomenti. E, in materia di lavoro, i candidati hanno promesso questo…

PD

– contrasto al precariato;

– eliminazione della spirale perversa tra bassa produttività e compressione dei salari e dei diritti;

– politiche fiscali a sostegno dell’occupazione femminile; contrasto nella disparità dei redditi e delle carriere; sradicare i pregiudizi sulla presenza delle donne nel mondo del lavoro e delle professioni.

MOVIMENTO 5 STELLE

– abolizione della legge Biagi.

MONTI

– drastica semplificazione normativa e amministrativa in materia di lavoro. Un corpus di regole più semplice, più snello, che non sia una barriera, ma una carta da giocare con chi vuole investire e creare lavoro nel Paese;

– riduzione a un anno al massimo del tempo medio di passaggio da un’occupazione all’altra, rendendo più fluido e sicuro il passaggio dei lavoratori dalle imprese in crisi o comunque meno produttive a quelle più produttive o comunque in fase di espansione;

– rilancio di un piano occupazione giovanile con incentivi a sostegno della formazione e dell’inserimento nel mercato del lavoro e con forme di detassazione per chi assume lavoratori tra i 18 e i 30 anni.

PDL

– riconoscimento alle imprese, per le nuove assunzioni di giovani a tempo indeterminato, di una detrazione (sotto forma di credito d’imposta) dei contributi relativi al lavoratore assunto, per i primi 5 anni;

– ritorno alla Legge Biagi per uno “Statuto dei Lavori”.

INGROIA

– ripristino dell’art. 18.

FIAMMA TRICOLORE

– riduzione del cuneo fiscale;

– lavorare di più, lavorare meglio.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI